www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: domenica 15 dicembre 2019 - 18:07 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

Il punto della 22a giornata
Articoli correlati
Il Fedelissimo di Novara - Pisa
• Leggilo qui in anteprima
Novara - Empoli: i precedenti
• uno sguardo ai match del passato
domenica 03 febbraio 2008 - 21:03
di Giovanni Chiorazzi

Dalla partita di oggi si evincono segnali contrastanti e che inducono ad una seria riflessione. 
Riuscire a passare in vantaggio di due reti, su una squadra nettamente più forte ed organizzata come il Cittadella, rappresenta un segnale di carattere non indifferente. Subire, però, due reti nello spazio di pochi minuti, lasciando completamente liberi gli avversari di imporre il proprio gioco, rinunciando di fatto alla contesa e limitandosi a contenere le azioni offensive, è una mentalità che non si addice ad una squadra che punti ad obiettivi importanti. 
Da quanto sopra si deduce che a questo Novara siano necessarie ancora profonde modifiche, che vadano a colmare le lacune ormai più che note e presenti da diverse gare. Nonostante un lieve miglioramento sotto l’aspetto tattico, dovuto al cambio di modulo apportato da Mister Bellotto, la squadra azzurra non sembra esprimere quella serenità nel gioco, che induce a prestazioni altalenanti e discontinue. Da una prima analisi della partita, la difesa pare non aver giovato del nuovo schema tattico, sicuramente meno rischioso dei precedenti adottati da Mister Discepoli, ma non in grado di reggere il confronto con attaccanti di valore come Coralli e Meggiorini, che oggi hanno creato notevoli problemi alla retroguardia azzurra. 
In avanti Rubino, la cui prestazione è risultata lodevole di merito, ha dato l’impressione di restare un po’ troppo isolato nelle manovre e di aver sofferto, per questo, la rigida marcatura degli avversari. Sicuramente il cambio tattico adottato da Mister Bellotto, va rivisto alla luce di un altro scenario, in quanto l’espulsione di Brizzi dopo appena venti minuti di gioco non permette di effettuare una valutazione completa. 
Tralasciando opinioni personali sull’impiego di uno o più giocatori, non si può fare a meno di esprimere qualche perplessità nello schieramento iniziale della formazione azzurra. 
L’utilizzo di Sinigaglia sulla fascia è apparso un esperimento mal riuscito, sia per la poca attitudine del giocatore al ruolo affidato, sia per l’avversario odierno, in grado di bloccare sul nascere quasi tutte le ripartenze da quella zona del campo. Inoltre, lasciare Matteassi in panchina per schierarlo soltanto nella ripresa, non giustifica un atteggiamento che avrebbe garantito una maggior velocità a centrocampo. La speranza è che ciò non significhi, da parte di Mister Bellotto, che il forte esterno azzurro non sia fra le “opzioni” da lui preferite. 
L’innesto dei tre nuovi acquisti ingaggiati dal Novara, potrebbe fornire una maggior stabilità ad un gruppo che sembra aver fatto della vittoria un vero e proprio tabù. E pensare che oggi, sul punteggio di 2-0 per il Novara, era davvero impossibile non immaginare la prima vittoria del 2008 per gli azzurri… Ennesima lezione che servirà, (almeno si spera), a far maturare una squadra dove molti fattori ne stanno determinando il rendimento. Non ce ne vogliano alcuni giocatori, ma è ormai assolutamente palese che il loro rendimento non sia adatto ad una categoria come la C1, dove oltre ad impegno e determinazione, servono abilità e spirito di sacrificio… Chi ha sbagliato oggi, sa a chi facciamo riferimento…

Il recupero di Gallo (e di Maggiolini oggi squalificato) potrà completare l’organico a disposizione, permettendo allo staff tecnico di poter operare le proprie scelte nel massimo delle opzioni possibili.

A questo punto del campionato, visto l’evolversi della situazione, l’obiettivo primario resta quello di raggiungere la quota salvezza il prima possibile, magari togliendosi qualche soddisfazione e cercando una vendetta per i risultati del girone d’andata. A cominciare dal prossimo impegno, quello in trasferta a Lecco, che al Silvio Piola riuscì a centrare una vittoria insperata. 
Qualche modifica a livello di schemi e formazione è attesa da tutti i Tifosi, che anche oggi sono stati vicini alla squadra incitandola fino all’ultimo, sebbene con il passare dei minuti la squadra azzurra faticasse sempre più a reggere il confronto con gli avversari. 
Significativo lo sciopero nei primi dieci minuti dell’incontro, da parte dei ragazzi della Curva… la loro delusione per una stagione anonima, che avrebbe dovuto rappresentare molto di più in funzione dei proclami effettuati, rappresenta nel migliore dei modi l’amarezza di TUTTI i tifosi per quanto sta succedendo. Urge trovare il prima possibile la soluzione ad una serie di problematiche che, nella peggiore delle ipotesi, potrebbe diventare critica qualora non intervenisse una controtendenza nello stile di gioco, ma soprattutto nei risultati finali. Il motto dovrà essere uno solo: non importa come, ma unicamente e soltanto VINCERE. Anche a costo di prestazioni non eccelse. 
Gli altri risultati della giornata penalizzano ulteriormente la squadra azzurra. Anche la Cavese, infatti, raggiunge in classifica il Novara a quota 28 punti, grazie alla vittoria esterna sul Verona per 1-0. In testa la Cremonese mantiene la leadership grazie alla vittoria di misura per 1-0 sulla Ternana, seguita dal Sassuolo che con il medesimo risultato sconfigge il Venezia. In attesa del big-match fra Padova e Foligno, in programma per domani sera nel posticipo, ne approfitta il Monza che giunge in zona play-off grazie alla vittoria ottenuta contro il Lecco per 2-1 fra le mura amiche. Fra i prossimi avversari del Novara a segno un ex-azzurro, Massimiliano Vieri. Anche il Foggia ingrana la marcia e coglie un importante successo interno contro la Pro Patria, in un incontro emozionante terminato per 3-2 in favore dei pugliesi e che fino all’ultimo è rimasto aperto a qualsiasi risultato. Il Legnano dell’ex presidente Pippo Resta si avvicina minaccioso in classifica agli azzurri, ormai distanziato soltanto di una lunghezza, in virtù della netta vittoria per 3-0 sul Manfredonia. Chiude l’analisi della giornata l’anticipo di sabato fra Pro Sesto e Paganese, terminato col punteggio di 3-0.

Archiviata anche questa gara, certamente non nel migliore dei modi, non resta che affidarsi alle scelte operate dalla società nel recente mercato di riparazione, sperando che queste ultime si dimostrino all’altezza della situazione ed in grado di apportare un rinforzo adatto a concludere nel migliore dei modi l’attuale stagione. Il sogno di tutti coloro che amano questa maglia, resta quello di emozionarsi ancora per i successi della propria squadra sul campo, oltre che per i vari proclami, le mostre, i nuovi ed importanti complessi che stanno nascendo attorno all’ambiente… Nel calcio, come nella vita del resto, contano principalmente i risultati.

 

Forza Novara sempre !

Giovanni Chiorazzi

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Le parole del DS Moreno Zebi...
• al termine della gara
L'analisi di mister Banchieri...
• ...nel post gara (il video)
Novara-R.Siena 4-0: il tabellino
• i numeri del match
"Azzurri in Campo": la trasmissione di Radio Azzurra FM
• Domenica, dalle ore 14:45, focus su Novara-R.Siena
Berretti: Alessandria-Novara 0-3
• netta vittoria degli azzurrini nel derby
Dal Canto: “Novara campo difficile, mi aspetto una partita tirata"
• Fonte: robursiena.it
R.Siena: i convocati
• le scelte per la trasferta di Novara
I Convocati Azzurri
• in 24 per Novara-R.Siena


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel