www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: mercoledì 20 novembre 2019 - 17:19 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

Paolo's version
Articoli correlati
Il Fedelissimo di Novara - Pisa
• Leggilo qui in anteprima
Novara - Empoli: i precedenti
• uno sguardo ai match del passato
mercoledì 19 ottobre 2011 - 09:16
di Paolo Molina

Domenica c’è una partita interessante, anche perché il Novara Calcio affronta quello che è il suo “modello fondativo”, assieme al Chievo. Più volte Massimo De Salvo lo ha detto: “ci ispiriamo a quello che hanno saputo fare da quelle parti”.

In un certo senso, psicologicamente abbiamo tutto da guadagnarci e spero che il Comandante Tesser sappia infondere la necessaria “serenità” ai suoi giocatori per scendere in campo al “Friuli”.

Ci siamo stati appena un anno fa in serie B, in quello stadio, affrontando un Portogruaro che non aveva ancora sistemato il “Mecchia”. Io mi sono approcciato con il rispetto riverente di chi ha sempre un po’ avuto il “complesso dell’Udinese”.

Occorre che mi spieghi meglio.

Quando il Novara inizio’ il suo declino, nel 1977, fu l’Udinese a spiccare il volo.

E cosi i bianconeri mi sono sempre parsi la “nemesi” dei nostri colori.

Allenati da Giacomini, sbaragliarono subito la concorrenza in un torneo che portava in B solo la prima classificata. E tra la concorrenza per il ritorno in B c’eravamo pure noi, quella volta.

Da allora, i bianco neri in C non sono mai tornati ed hanno inanellato la serie di risultati che tutti conoscono.

Nulla viene per caso ed in Friuli si sono meritati tutto quello che è accaduto: partite di Champions con Barcellona, Arsenal ed Ajax (tanto per citare alcuni blasonati avversari) incluse.

L’Udinese l’ho sempre tenuta d’occhio da subito, quindi, dal campionato di C 1977-78.

Ogni anno, nel mondo della mia fantasia, immaginavo cosa poteva provare un tifoso dell’Udinese nato nel mio stesso anno, il 1966.

Il confronto, manco a dirlo, è stato sempre impietoso: chi ha sui 35-40 anni ricorda quando ad Udine venne ingaggiato Arthur Antunes Coimbra in “arte” detto Zico ! Si trattava pur sempre di una provinciale che riusciva ad acquistare un campione di primissima grandezza !!

Da noi, negli stessi anni, ci si arrabattava già da qualche tempo in C2….

Ci pensavo ancor di più quando eravamo di scena al “Bottecchia” di Pordenone e pochi chilometri più in là si disputavano interessantissime sfide di serie A !!! Mmmh che invidia !!!

Ed ero sempre a pensare al mio coetaneo udinese che si vedeva servite su un piatto d’argento pietanze calcisticamente ultra prelibate.

Il 23 ottobre, quindi, si chiude idealmente un cerchio…..ritroviamo la nostra “nemesi” con la speranza di poterla almeno in parte imitare nel futuro prossimo.

Non è la stessa realtà nostra, tuttavia. E’ vero, entrambe le città hanno 100 mila abitanti ma le analogie finiscono qui.

La differenza essenziale ? Loro hanno dietro tutto il Friuli, noi siamo schiacciati tra Milano e Torino, che ci tolgono ossigeno.

Paradossalmente, quindi, vale “di più” la nostra A. Per chi siamo e da dove veniamo. Ma c’è qualcosa che loro possono “invidiare” a noi ? Secondo me, si.

Il 13 ottobre 2010, allo stadio dopo Portogruaro-Novara, parlai con un dirigente dell’Udinese. E gli feci i complimenti per l’organizzazione e per tutto quello che avevano fatto negli ultimi 30 anni. Loro venivano dall’inizio difficile in A (cinque sconfitte) e dalla prima vittoria. Questo dirigente mi racconto’ che per Udinese-Juventus della settimana precedente allo stadio vi erano stati solo 18 mila spettatori, meno della metà della capienza dell’impianto.

“Cosa vuole che le dica-aggiunse il mio interlocutore- qui siamo abituati bene. Per la stessa partita solo 10 anni fa avremmo fatto il pienone. Oramai se non si lotta quantomeno per la Europa Leaguela gente non si entusiasma”. Poi alla fine del torneo, dopo una rimonta strepitosa, la compagine di Guidolin, sarebbe addirittura giunta alla zona Champions.

Chissà se il mio “coetaneo” udinese sarà stato soddisfatto, a fine torneo.  Immagino di si….

Ma penso non abbia provato le EMOZIONI che ho provato io negli ultimi anni.

Le emozioni del (calcisticamente) poveraccio che si ritrova davanti alla tavola imbandita e piena di leccornie……

Le emozioni non sono più intense da categoria e categoria. Sono emozioni e basta.

E le nostre sono state fantastiche. Noi abbiamo l’ENTUSIASMO.

Per cui: PAURA DI COSA ? SPACCIATI ? LA VEDREMO. UMILIE CONCENTRATI SINO ALLA SANTA SALVEZZA!

E per finire, dedicata a tutti noi, eccovi “Il mio paese” dei Nomadi. Non esistono emozioni di serie B, C1 o C2…
Grandi risaie e filari di pioppi
e all'orizzonte montagne maestose
non si può dire che sia il paradiso
ma è il paese dove son nato.
La gente è chiusa e un poco scontrosa
ma quando ama sa amare davvero
ci sono senz'altro dei posti migliori
ma è il paese dove son nato.
Fiumi e canali sono le sue vene
e il cielo
azzurro è la sua mente
sudore e fatica sono il suo corpo
è il paese dove son nato.
Ricordi antichi sono le memorie
pane e lavoro sono le speranze
non si può dire che ci sia molto
nel paese dove son nato.
Ma se l'orizzonte è tutto d'oro
e la mia gente canta durante il lavoro
mi sento nel cuore un grande amore
per il paese dove son nato.

 

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Club Fedelissimi in festa...
• ...al "Crepuscolo" di Momo
Quando Udovicich annullò Graziani
• di Gianfranco Capra
Festa Club Fedelissimi Sez.Momo
• domani sera al Bar Crepuscolo
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Chi Sale/Chi Scende
• dopo Olbia-Novara
La gioia di Tommaso Bianchi...
• ...per i tre punti e gol ritrovato
L'analisi di mister Banchieri...
• ...al termine del match (il video)
Novara: ritrovato il sorriso anche in trasferta!
• Secondo successo consecutivo per gli azzurri....


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel