www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: sabato 14 dicembre 2019 - 15:00 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

Il punto della 13a Giornata
Articoli correlati
Il Fedelissimo di Novara - Pisa
• Leggilo qui in anteprima
Novara - Empoli: i precedenti
• uno sguardo ai match del passato
domenica 15 novembre 2009 - 23:25
di Giovanni Chiorazzi

Sempre lui, ancora lui… Raffaele Rubino. Sembrerà solo il destino, ma nella conferenza stampa di venerdì scorso, poco prima della partenza degli azzurri alla volta di Foligno, proprio lui, il capitano azzurro “Lele” Rubino, aveva prontamente richiamato l’attenzione a non perdere il passo in campionato nei confronti delle dirette avversarie. Con molta umiltà, ma al tempo stesso molta carica, aveva illustrato ai giornalisti presenti che non contasse principalmente la sua presenza in campo, ma il conquistare un successo importante nella prossima sfida, sebbene il forte attaccante azzurro si fosse fatto carico di grandi responsabilità per il ruolo rivestito. Un segnale molto importante, che ha finito per caratterizzare ancor di più la grande prestazione di oggi, la sua terza marcatura stagionale con la maglia azzurra, la volontà di non arrendersi mai fino alla fine, per raggiungere ciò che in passato gli era stato già offerto… ma non con il Novara, non con la squadra di cui oggi lui rappresenta l’icona più rappresentativa. Ed allora, assieme a tutti i giocatori azzurri, dal primo all’ultimo indistintamente per gli sforzi impiegati… giù il cappello: questa squadra può davvero farci sognare e riportarci laddove meritiamo ! Ancora in testa alla classifica, una sfida impegnativa in meno e la consapevolezza di tifare per un gruppo dalla mentalità vincente. Merito di Tesser, abile a pesare nel giusto modo tutte le pedine a sua disposizione, ma grandi qualità di una squadra dalle mille risorse.
Soltanto così si può dare una spiegazione allo straordinario cammino in questo campionato. 29 punti, frutto di otto vittorie, cinque pareggi, zero sconfitte. E se era presumibile immaginare che in attacco il Novara si sarebbe distinto, la sorpresa più bella in assoluto resta la miglior difesa di tutto il girone (solo sette le reti al passivo).
Qualcuno, forse in malafede, potrebbe parlare di un Novara fortunato oggi a trovare il gol del pareggio quasi allo scadere; ma io aggiungerei che la fortuna non aiuta tutti, soltanto gli audaci… ed allora ben venga una squadra coraggiosa, che non si rassegna fino all’ultimo. Perché questa è la mentalità delle squadre vincenti.
Degli avversari odierni possiamo certamente affermare che rappresentassero un ostacolo impegnativo. In forma positiva grazie a tre vittorie ed un pareggio esterno, in casa dell’Alessandria, i “falchetti umbri” hanno avuto il pregio di affrontare gli azzurri in una gara aperta, senza timori reverenziali, che è scaturita in una partita bella, emozionante ed incerta fino al termine. La formazione allenata da Luca Fusi aveva tutte le possibilità per mettere a dura prova la retroguardia azzurra, in virtù del prolifico attacco che sanciva lo stesso numero di gol all’attivo degli azzurri. Molto cinismo da parte dei padroni di casa, nel concretizzare al meglio l’occasione a loro favorevole nei primi minuti della ripresa. In avanti, nel giorno del debutto “da titolare” di Ventola (dopo mezzora giocata contro il Lecco), Tesser doveva rivedere qualcosa per dare maggior spinta dopo lo svantaggio. L’ingresso di Gonzales per Bertani (ammonito e, poiché già in diffida, squalificato per il prossimo impegno) e quello di Rubino per Rigoni, si rivelavano mosse ben riuscite, al punto da chiedersi se il risultato finale sarebbe rimasto il medesimo, con la partenza iniziale dei due giocatori.
Qualche affanno di troppo si è avvertito per l’assenza a centrocampo di Shala, divenuto ormai una pedina fondamentale negli schemi di gioco azzurri. Ma ormai non c’è più alcun dubbio sul fatto che chiunque entri in campo, sappia fornire il massimo apporto nel proprio ruolo.
Insomma, una domenica tutto sommato positiva per il Novara, che mantiene la leadership in compagnia della Cremonese, fermata in casa dall’Alessandria in un pareggio per 1-1. Qualche soddisfazione in meno, purtroppo, legata alle vittorie di Varese, in trasferta a Viareggio per 1-0 con gol dell’ex azzurro Ebagua (che vale la terza posizione in solitaria) e quella del Benevento, al quarto successo consecutivo, che piega il Figline in casa con un solo gol, siglato nei minuti iniziali. L’Arezzo, seppur ancora al quarto posto, deve accontentarsi soltanto di un pareggio interno per 1-1 con la Pro Patria, di cui beneficiano anche gli azzurri che mantengono, in questo modo, un margine rassicurante di distanza con la formazione toscana. Il Lumezzane travolge il Monza sul proprio campo con un pesante 3-0, che non lascia dubbi sull’andamento della sfida. Sorrento e Perugia si dividono la posta in palio (1-1 il risultato finale), finendo per scontentare entrambe le compagini. Il Lecco supera di misura il Pergocrema con una vittoria sofferta per 2-1, il cui gol decisivo è stato siglato soltanto nei minuti finali. Chiude l’analisi la sfida tra Paganese e Como, vinta dalla squadra lariana per 3-1 e che la rilancia in classifica proprio ai danni della formazione campana, ora ultima in classifica e distanziata di tre punti dal penultimo posto.
Il campionato appare più che mai nel vivo della sua competizione. Il livello delle formazioni più accreditate è elevato, spicca fra tutte la sorpresa dettata dalla neopromossa Varese, che si è inserita alla perfezione nel ruolo di pretendente, forse ai danni di un Perugia più valutato ad inizio stagione. Per i tifosi del Novara questo pareggio deve essere visto chiaramente in ottica positiva, sia perché il campionato è ancora molto lungo e le insidie non sono certamente finite, sia perché continuare ad allungare la serie positiva di risultati non può che essere propizio per il proseguo della stagione. Concludo la mia analisi soffermandomi (e chiedendovi di fare altrettanto) su un piccolo aspetto. Pochi giorni fa, l’ex presidente azzurro Pippo Resta (ora patron del Legnano) ha indetto una conferenza stampa. Come tifoso del Novara, ho rivisto alcune scene (purtroppo) non nuove… problemi economici, aiuti che non arrivano, personaggi “fantasiosi”. Il tutto anche condito con diversi riferimenti ai suoi trascorsi da presidente azzurro (che gli sono costati alcune critiche). Beh… riflettendoci non smetterò mai di pensare che la fortuna più grande del nostro attuale Novara, oltre ad una rosa competitiva ed uno staff preparato, resta quella di poter contare su una società solida, stabile, motivata. Il passo principale (e fondamentale) per raggiungere obiettivi importanti… 

Forza Novara sempre ! 

Giovanni Chiorazzi

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Conferenza Stampa Mister Banchieri
• il video di novaracalcio.com
Siena, testa alla sfida di Novara
• differenziato per Cesarini
Cambia l'orario di Novara-R.Siena
• gara posticipata di 15 minuti
12^punt. di "Azzurri in Radio"
• Rivivi la puntata
Verso Novara-R. Siena
• Il punto sugli azzurri
Mi ricordo quella volta che…
• 3 dicembre 1989: Novara-Siena 1-1
Decisioni Giudice Sportivo
• Pogliano squalificato per 1 giornata
"Azzurri in Radio", giovedì 12 Dicembre
• tanti ospiti per la penultima puntata del 2019


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel