www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: martedì 10 dicembre 2019 - 23:57 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

Il punto della 3a Giornata
Articoli correlati
Il Fedelissimo di Novara - Pisa
• Leggilo qui in anteprima
Novara - Empoli: i precedenti
• uno sguardo ai match del passato
domenica 06 settembre 2009 - 22:30
di Giovanni Chiorazzi

La trionfale marcia degli azzurri in questo campionato continua con successo, dopo l’ottimo risultato e la convincente prestazione di oggi al “Sinigaglia” di Como. Una gara perfetta sotto tutti gli aspetti, impostata fin dalle battute iniziali come una sfida delicata nella quale, aspetto principale, è risultato quello di non sottovalutare l’avversario e di mantenere elevate umiltà e concentrazione.
Non era certo un compito facile quello che Rubino e compagni si sono trovati ad affrontare. Non tragga in inganno, dunque, il risultato con il quale gli azzurri hanno espugnato lo stadio lariano, anche perché in futuro, a mio avviso, non saranno tante le squadre che potranno vantarsi di aver vinto contro il Como in casa in questa stagione. Il merito del successo odierno è da attribuirsi esclusivamente alla squadra azzurra, che ha neutralizzato la formazione di casa con un pressing costante, limitando al massimo i pericoli in difesa e mantenendo un possesso palla molto alto per tutto il corso della sfida.
La partita è iniziata in discesa per il Novara, che dopo pochi minuti di gioco si è vista assegnare dal direttore di gara, Massa di Imperia, il primo rigore a favore della stagione. La trasformazione, molto fredda di Motta, ha permesso agli azzurri di poter amministrare la sfida ed impostare la propria manovra in campo. Ma nonostante ciò va sottolineata la grande motivazione con la quale gli azzurri hanno continuato a giocare. Di partita in partita si va rafforzando quello spirito di gruppo necessario a superare ogni ostacolo. Ma di questo Novara colpiscono, in positivo, lo schema di gioco (in particolare gli scambi veloci fra centrocampo ed attacco) ed il tasso tecnico che appare, in assoluto, come il più elevato di tutto il girone.
Parlare di fuga in classifica dopo appena tre giornate, sebbene il Novara ricopra già in solitaria il ruolo di capolista a punteggio pieno, è senza ombra di dubbio insensato. Il cammino verso il traguardo è ancora lontano e pieno di insidie. Sarebbe un errore fatale quello di considerare ogni gara una “passeggiata”. In questo senso, però, rassicura molto lo spirito della squadra che fino adesso ha sempre mantenuto una linea bassa, dedicandosi con sacrificio a preparare al meglio ogni partita. Ben venga, inoltre, una rosa molto allargata e competitiva, dove le riserve e coloro che devono obbligatoriamente accomodarsi in tribuna, sarebbero tranquillamente titolari in qualsiasi altra squadra di categoria.
In difesa il rientro di Gheller è parso più che positivo. Le assenze di Ujkani  (impegnato con la propria nazionale albanese) e di Tombesi (non al meglio della condizione fisica), non si sono avvertite grazie all’apporto dei compagni di reparto, che hanno offerto tutte le garanzie necessarie del caso. Sembra un sogno ma (divina provvidenza) non lo è. Il Novara non deve assolutamente montarsi la testa, ma al tempo stesso non può più nascondersi dalle credenziali che lo proiettano come favorita del girone. Il mister del Como, l’ex allenatore azzurro Stefano Di Chiara (oggi squalificato e presente nel settore di fronte alla tribuna centrale), aveva prima della gara commentato che, per fortuna, nel calcio non vince sempre chi è più forte. Una frase giusta, che mi sembra più che azzeccata in questo momento per Rubino e compagni. Manteniamo un discreto freno agli entusiasmi, affinché il piacere possa esplodere più forte quando si avrà un certo margine di sicurezza.
Dando uno sguardo agli altri risultati, si evidenzia la sconfitta della Cremonese sul campo del Sorrento per 2-1. Una sfida molto bella, che costa alla formazione grigiorossa la perdita del primo posto in classifica, ora occupato in solitaria dal Novara. Inizia a delinearsi anche il gruppo delle papabili squadre per i play-off: il Foligno sconfigge la Paganese in casa per 3-1; con il medesimo risultato l’Alessandria (rivelazione del girone), batte il Pergocrema di fronte al proprio pubblico, mentre al Varese basta un gol (dell’ex azzurro Ebagua) per aver ragione dell’Arezzo nella sfida interna di oggi. Il Lumezzane supera il Lecco fuori casa, con una vittoria di misura per 2-1. Il Viareggio, con la vittoria esterna per 2-1 sul campo del Figline, si allontana dal fondo della classifica, emulando il successo del Novara che si era imposto nella prima giornata per 2-0. Fra Monza (prossimo avversario degli azzurri) e Benevento soltanto un pareggio per 1-1 al “Brianteo”, ma da segnalare che la formazione ospite è giunta al gol in pieno recupero, sull’ultima azione della partita. A dispetto dei pronostici iniziali che davano la formazione campana come una delle possibili accreditate alla vittoria finale. Chiude l’analisi la prima vittoria stagionale della Pro Patria sul Perugia per 2-0, di fronte al pubblico amico.
Ora, dopo i festeggiamenti più che giusti per il successo odierno, risulterà d’obbligo tornare ad allenarsi già da martedì come se nulla fosse successo. Il Monza, che scenderà al “Silvio Piola” domenica prossima, rappresenta un avversario ostico, contro il quale ci si potrebbe togliere qualche soddisfazione derivante dalle sfide dello scorso anno (pareggio fuori casa per 1-1 con gol di mano in pieno recupero e sconfitta interna per 2-1 nel ritorno). Ma il Novara della scorsa stagione, lasciatemelo dire, è un lontano parente di quello attuale, che può davvero farci sognare in grande.

Forza Novara sempre !

Giovanni Chiorazzi

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Novara-Siena tra flashes e ricordi
• di Gianfranco Capra
Designazioni Arbitrali gir. A
• Bitonti di Bologna per NovSie
Prevendita biglietti Novara-R.Siena
• tutte le info
Programma Allenamenti Azzurri
• verso Novara-R.Siena
Risultati Settore Giovanile
• fonte: Novaracalcio.com
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Chi Sale/Chi Scende
• dopo Pro Patria-Novara
Javorcic: "Perso l'equilibrio dopo il pareggio"
• Fonte: aurorapropatria1919


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel