www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: mercoledì 20 novembre 2019 - 17:19 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

Il punto della 33a Giornata
Articoli correlati
Il Fedelissimo di Novara - Pisa
• Leggilo qui in anteprima
Novara - Empoli: i precedenti
• uno sguardo ai match del passato
domenica 10 maggio 2009 - 22:59
di Giovanni Chiorazzi

L’ultima gara interna della stagione per gli azzurri, regala ai tifosi una vittoria sofferta e meritata, certamente ininfluente ai fini della classifica, ma che rappresenta un ottimo punto di partenza in vista della riorganizzazione societaria che, di fatto, ha preso il via con la risoluzione contrattuale del direttore generale Sergio Borgo. Come già successo svariate volte in questa stagione, il Novara ha sofferto più del dovuto contro il proprio avversario. Il Lumezzane, che si trovava nella medesima realtà degli azzurri, consapevole di non essere coinvolto in nessun ulteriore impegno stagionale, è sceso al “Silvio Piola” con la volontà di ottenere un risultato favorevole ed avvantaggiato da un gol nei minuti iniziali, sopraggiunto sull’ennesima distrazione della retroguardia azzurra. Per tutto il primo tempo la squadra di Notaristefano è risultata incapace di reagire, al punto da manifestarsi lo spettro della terza sconfitta consecutiva. Alcuni tifosi della Curva Nord hanno manifestato chiaramente il loro disappunto, ma a mio personale avviso nel modo più sbagliato, ovvero individuando in capitan Rubino il capro espiatorio di una stagione fallimentare. Una presa di posizione troppo severa nei confronti di chi ha sempre dato il massimo per la Maglia Azzurra, a volte giocando anche in condizioni precarie e, soprattutto, non dimenticandosi mai quanto il giocatore abbia offerto alla causa azzurra in questo campionato e nelle precedenti stagioni. Come era giusto sottolineare, domenica scorsa, la mancanza di rispetto nei confronti dei tifosi da parte di chi era sceso in campo contro la Pro Sesto, è corretto rimarcare che se gli obiettivi stagionali prefissati dalla società sono venuti meno è colpa di tutto il gruppo, dalla squadra ai tecnici, per finire con i dirigenti. Spero, onestamente, che il dialogo avuto fra lo stesso Rubino ed i suoi contestatori, avvenuto sotto la Curva Nord a fine gara, sia stato chiarificatore ed abbia dimostrato a chi ancora nutriva dei dubbi nell’attaccante azzurro, quanta professionalità vi sia da parte sua nel cercare un dialogo. Tornando alla gara di oggi, la reazione emotiva dimostrata dagli azzurri nella ripresa ha un duplice risvolto: da una parte è il segnale che questa squadra, se impegnata al massimo e determinata alla vittoria finale, non teme avversari ed è in grado di adattarsi a qualunque situazione, anche quelle più contrastanti (come ad esempio un passivo subito nei minuti iniziali). Dall’altra parte, però, osservare un Novara così arcigno non ha fatto altro che accrescere il rammarico per le tante, troppe, occasioni sciupate nel corso di questo campionato, fornendo una prova concreta di quanto la posizione in classifica degli azzurri non sia veritiera rispetto al reale valore di questo gruppo. Un segnale che dovrà in qualche modo essere preso in considerazione da colui che prenderà in mano le redini della squadra al posto di Borgo, ovvero Pasquale Sensibile, oggi presente in tribuna assieme al Presidente Carlo Accornero, per una prima valutazione dell’organico. Chissà se proprio la smania di volersi far trovare idonei, non abbia influito sulla prima frazione di gara degli azzurri, che sono apparsi sicuramente poco lucidi, ma costantemente propensi ad una volontà fuori discussione. Sicuramente può aver inciso anche la grande determinazione degli ospiti, che fin dall’inizio non hanno nascosto la volontà di strappare almeno un pareggio, per mantenere una posizione di primato in classifica rispetto al Novara. Qualunque sia la ragione, nella vittoria di oggi degli azzurri non può esimersi una tenacia inossidabile come quella dimostrata da Cristian Bertani, il cui gol rappresenta il meritato premio per le occasioni create ed il raggiungimento delle 10 reti siglate in questa stagione con la Maglia Azzurra. Intanto, se per il Novara il campionato non ha più un senso, per altre avversarie le emozioni non tardano a concludersi. In vetta alla classifica, infatti, il Cesena prende il largo grazie alla vittoria interna sulla Cremonese per 1-0, con un gol siglato nei minuti iniziali della gara. La Pro Patria, dal canto suo, incredibilmente non va oltre un pareggio interno per 1-1 contro la Sambenedettese, sebbene il gol degli ospiti sia sopraggiunto nel recupero finale della contesa. Ancora molte incertezze per stabilire la griglia dal terzo al quinto posto. Attualmente vi sono tre squadre a quota 53 punti: la Reggiana, sconfitta in casa da uno strabiliante Padova per 1-0 e che raggiunge quest’ultima in classifica, oltre al Ravenna, che subisce la vittoria casalinga del Venezia per 1-0. La Spal sembra essere fuori dai giochi con la sconfitta maturata sul campo del Lecco per 3-1. In coda, il Legnano, si ritrova in ultima posizione con la sconfitta interna contro il Portogruaro per 1-0, (quanta amarezza nel constatare che gli azzurri hanno lasciato ben sei punti in questo campionato alla formazione lilla…). Il Pergocrema supera di misura la Pro Sesto per 1-0, mentre Monza e Verona si dividono la posta in palio in uno scialbo 0-0. Sta ormai per volgere al termine questo campionato, che nella sua mediocrità è ancora in grado di fornire emozioni legate ai prossimi risultati, che ci forniranno finalmente un verdetto definitivo su chi potrà gioire, chi dovrà arrendersi ad un amaro verdetto e chi, invece, come il Novara, dovrà impostare la prossima stagione per un pronto riscatto, chiesto a gran voce da tutti i tifosi azzurri.

Forza Novara sempre !

Giovanni Chiorazzi

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Club Fedelissimi in festa...
• ...al "Crepuscolo" di Momo
Quando Udovicich annullò Graziani
• di Gianfranco Capra
Festa Club Fedelissimi Sez.Momo
• domani sera al Bar Crepuscolo
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Chi Sale/Chi Scende
• dopo Olbia-Novara
La gioia di Tommaso Bianchi...
• ...per i tre punti e gol ritrovato
L'analisi di mister Banchieri...
• ...al termine del match (il video)
Novara: ritrovato il sorriso anche in trasferta!
• Secondo successo consecutivo per gli azzurri....


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel