HOME

RISULTATI

CLASSIFICA

CALENDARIO

SQUADRA

STAFF TECNICO

SOCIETA'

STORIA

STADIO PIOLA

PRIMAVERA4

  MURO

REDAZIONE

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: domenica 02 ottobre 2022 - 17:00 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

.

.

.


.

» TUTTE LE NEWS

   NOVARA FC
   EDITORIALI
   INTERVISTE
   CALCIO MERCATO
   INFO DAI TIFOSI
   RADIO AZZURRA
   IL FEDELISSIMO
   NEWS SERIE C
   NOVARA SENIOR
   ARCHIVIO FOTO
   VARIE
 

» SPECIALI

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord

..

.PP
.P



Storie di ex.....Mavillo Gheller
Articoli correlati
Mister Cevoli nel post gara
• il video dell'intervista al tecnico azzurro
Cevoli "Sale la tensione, attenzione, voglia e determinazione"
• Conferenza stampa del tecnico azzurro in vista del derby
giovedý 01 marzo 2012 - 23:04
di Massimo Barbero

Siamo andati a trovare Mavillo Gheller nel suo nuovo locale: il “Loft Cafè” di Cassano Magnago, ad un passo da Malpensa. Per le scene più divertenti della lunga chiacchierata-intervista vi rimandiamo ad “Azzurro Novara” di mercoledì prossimo, in onda su 4Rete Blu. Qui, grazie alla cortesia di Fabrizio Gigo, vi anticipiamo alcuni passaggi “tecnici” affrontati con uno degli eroi delle due promozioni consecutive.

Innanzitutto cominciano dai doverosi complimenti a mister Tesser, fresco vincitore dell’ambita “Panchina d’argento” quale miglior tecnico della serie B nella scorsa stagione: “Il mister ha fatto davvero un grande lavoro – ricorda Mavillo – e gli ultimi risultati non possono intaccare minimamente due anni stupendi. Ha assemblato un gruppo fantastico, capace di fare cose straordinarie. Ancora l’estate scorsa, in vacanza, mi stropicciavo gli occhi e riuscivo a stento a rendermi bene conto di quello che avevamo realizzato…”.

Anche stavolta Gheller non ha potuto esordire nella serie A appena conquistata. Esattamente come a Treviso nel 2005: “Ogni tanto ci penso, ma evidentemente non era destino... Ho fatto una scelta di vita. Il Pavia mi offriva un triennale ed una possibilità per il dopocalcio… Credo comunque di avere raggiunto il massimo delle mie possibilità…”

Il precedente del Treviso, sparito dal grande calcio dopo una sola stagione, spaventa un po’ i tifosi azzurri meno ottimisti: “Ma qui è tutta un’altra cosa, credetemi. C’è una società solida che può centrare traguardi importanti anche in futuro. Sia in serie A che ancora in serie B, se le cose non dovessero andare bene…”

D’altronde il buon Gheller di campionati vinti se ne intende. Sei promozioni non arrivano per caso: “Nella mia carriera ho spesso scelto di partire un po’ più in basso, ma di essere protagonista. Altre volte comunque ho centrato delle salvezze che valgono quanto un campionato vinto

E dire che la sua seconda avventura a Novara, dieci anni dopo la prima, era cominciata in salita… Qualcuno non aveva dimenticato il suo recente passato: “Ho accettato la proposta azzurra proprio per questo. Volevo vincere anche questa sfida: riconquistare la piazza dopo la retrocessione del ’97 e le esperienze in squadre tradizionalmente rivali. Ho dovuto superare qualche diffidenza, ma alla fine ce l’ho fatta… Mi sono preso una bella rivincita sulle critiche iniziali

Il momento più brutto è stato certamente all’indomani dell’infortunio di San Benedetto nel 2009: “Dopo il verdetto medico telefonai a Borgo. Ebbi un attimo di scoramento, ma passò subito. Accettai anche di risolvere il contratto per permettere alla società di ingaggiare un nuovo giocatore. Mi avevano promesso la riconferma per l’anno successivo. E sapevo bene che ci si poteva fidare della parola di gente tanto seria…”.

E così è arrivata la grande festa del 12 giugno scorso… “Dopo il gol di Rigoni alla Reggina avevo capito che ce l’avremmo fatta. Nello spogliatoio quella sera eravamo troppo carichi… Il Padova era una bella squadra, ma la sera della finale l’avremmo battuto anche se fossero scesi in campo in quindici…”

Ora Gheller segue i suoi ex compagni a distanza: “Sono stato al “Piola” per le partite contro Siena e Milan. Le altre, quando non sono impegnato con il Pavia, le guardo in Tv… Sono legato a tutti. Ma quando vedo in campo Centurioni… è come se in certi stadi ci giocassi ancora io… Matteo è un grande amico e merita queste soddisfazioni”.

Ed allora appuntamento con Mavillo ad “Azzurro Novara”. E nel suo locale di Cassano Magnago: “Saluto tutti i tifosi azzurri. E dico loro di non mollare. Finchè la matematica lascia aperto anche un solo spiraglio bisogna dare il massimo…”.

Massimo Barbero

 

.

.


.

 Seguici su Facebook

.

 
.

.

» ULTIME NEWS
Rocca eletto migliore in campo
• di Pro Vercelli-Novara
Chi ha indovinato il risultato del derby
• In tanti avevano pronosticato 1-2
Novara: che derby!!!
• dopo sette anni Ŕ di nuovo vittoria azzurra a Vercelli
Chi Sale/ Chi Scende
• dopo Pro Vercelli-Novara
Il tabellino di Pro Vercelli-Novara
• i numeri del match
Pro Vercelli-Novara 1-2
• rivivi le emozioni del derby

DATE DA RICORDARE
E' nato il NOVARA FC
• In mattinata la firma dell'atto notarile
Distrutti 113 anni di storia!
• tanti i responsabili di questo scempio
Il sogno si Ŕ avverato: SERIE A !!!
• Un traguardo storico
Ora non Ŕ piu' un sogno: SERIE B !!!
• Un lungo sogno che si Ŕ avverato

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



  Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato alla squadra di calcio della città di Novara e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara on line dal 2000 da un'idea di Carlo Magretti  -  email: redazione@forzanovara.net 
All Rights Reserved - Copyright
© 2000-2025