HOME

RISULTATI

CLASSIFICA

CALENDARIO

SQUADRA

STAFF TECNICO

SOCIETA'

STORIA

STADIO PIOLA

PRIMAVERA4

  MURO

REDAZIONE

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: venerdý 03 febbraio 2023 - 17:27 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

.

.

.

.

.

.

.sito partner

.

.

» TUTTE LE NEWS

   NOVARA FC
   EDITORIALI
   INTERVISTE
   CALCIO MERCATO
   INFO DAI TIFOSI
   RADIO AZZURRA
   IL FEDELISSIMO
   NEWS SERIE C
   NOVARA SENIOR
   ARCHIVIO FOTO
   VARIE
 

» SPECIALI

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord

..

.PP
.P



Alla scoperta della...Pergolettese
Articoli correlati
Chi Sale/Chi Scende
• dopo LRVicenza-Novara
Una ripresa sontuosa: Menti espugnato!
• Masini e Rocca ribaltano il vantaggio di Rolfini
martedý 29 novembre 2022 - 10:48
Storia e probabile 11 dei cremaschi

Il Novara dopo il ko di Pordenone ha impattato 1-1 contro il Piacenza rialzando solo parzialmente la testa. Gli azzurri sono quindi chiamati all'ennesima prova di carattere per rimanere attaccato alla prime della classe Dall’altra parte invece, la Pergolettese, arriva dalla sconfitta patita contro la Virtus Verona quindi, per gli uomini di Villa, ci sarà voglia di riscatto immediato per mettersi alle spalle la zona play-out adesso a soli 3 punti di distanza.

STORIA: L’Unione Sportiva Pergolettese nasce ufficialmente il 18 novembre 1932. La neonata società prende il suo nome dal piccolo rione cremasco “il Pergoletto” e dall’omonima osteria in cui venne messa su carta la nascita del club. Fin da subito, si posiziona come squadra popolare della città, alternativa al più borghese Crema 1908, squadra con cui nasce un’eterna rivalità.La società giallo blu sembra aver trovato la quadra giusta: dopo alcune stagioni nella quinta serie italiana, nel 1967, conquista la prima promozione in Serie D. La stagione successiva vede il primo scontro con una rivale storica: la Cremonese. Sia il match di andata che quello di ritorno terminano in pareggio. Il Pergo rimane ad alti livelli per diversi anni, sfiorando anche la promozione in Serie C in alcune occasioni.Nel 1975 il Crema 1908 retrocede in Prima Categoria; il Pergo, militante nella Serie D, diventa così la prima squadra cittadina. Il presidente Rimoldi decide, così, di cambiare denominazione alla squadra in Unione Sportiva Pergocrema.Il Pergocrema vince il campionato di Serie D nel 1976. La finalissima per la promozione si gioca al Voltini contro il Cantù grazie al gol di Algarotti raggiungono per la prima volta nella loro storia la Serie C. Nel 1978, a causa della riforma dei campionati, il Pergocrema viene declassato in Serie C2. Alla prima partecipazione nel nuovo campionato arriva la promozione in C1 ma purtroppo non riescono a salvarsi e tornano in C2. Nei 15 anni successivi i cremaschi restano in C2 navigando in acque tranquille. La svolta arriva nel 1994 quando i fratelli Bianchi (già proprietari del Crema 1908) rilevano il Pergo e subito mettono in pratica ciò che i tifosi non si sarebbero mai augurati: la fusione tra le due squadre rivali della città. Nasce così l’Unione Sportiva Cremapergo 1908.Il disappunto della tifoseria si trasmette inesorabilmente sul terreno di gioco: il Cremapergo subisce un rapido declino che si manifesta attraverso due retrocessioni in pochi anni dalla C2 all’Eccellenza.All’alba del nuovo secolo, si chiude la disastrosa parentesi dei fratelli Bianchi. Il Pergocrema (tornato a chiamarsi così nel 2002) viene acquistato da una cordata di imprenditori capeggiata dall’architetto Aschedamini. La nuova società riporta subito il Club in serie D. Nella stagione 2004/2005 i giallo blu vincono il campionato all’ultima giornata e tornano in Serie C2. Dopo una stagione interlocutoria, nel 2006/2007 raggiungono la finale dei playoff ma il sogno C1 svanisce appannaggi del Lecco. I festeggiamenti sono solo rimandati di un anno infatti, nel 2008, il successo casalingo contro il Pavia spalanca le porte della Lega Pro Prima divisione. Le tre annate successive si sviluppano sulla falsariga di quella del 2008/2009: grandi difficoltà ma con il raggiungimento della salvezza a fine campionato. L’ultima salvezza ottenuta sul campo è però vana: la società fallisce nell’estate del 2012. La tradizione sportiva gialloblù viene salvaguardata dall’intervento di Cesare Fogliazza, proprietario del Pizzighettone, che trasferisce a Crema la propria sede, modifica i colori sociali e muta denominazione in Unione Sportiva Pergolettese 1932, ponendosi in continuità col cessato Pergocrema. Il nuovo club riparte dalla Serie D, vince subito il campionato ma retrocede nella stagione successiva. Nella stagione 2017/2018 Pergolettese e Crema 1908 si ritrovano in Serie D e ripropongono lo storico derby cittadino dopo 43 anni di assenza e in tutte e tre le occasioni ad avere la meglio è il Crema 1908.Il 12 maggio 2019, al Piola, si compie l’ultima impresa della storia del Pergo. la squadra sconfigge per 2-1 il Modena, risalendo nel professionismo dopo 5 anni di assenza.

STATO DI FORMA: a quota 19 punti, grazie a 5 vittorie, 4 pareggi e 6 sconfitte, la Pergolettese occupa il tredicesimo posto in classifica. Di questi 19 punti ben 16 sono arrivati tra le mura amiche per cui sarà un vero assalto al forte quello che i nostri azzurri dovranno tentare anche se la difesa cremasca lascia ampi spazi con 12 reti subite in casa contro le 16 segnate. Nell’ultima gara, a Verona, un secco 2-0 ha regolato i cremaschi.

PROBABILE FORMAZIONE: per questo match infrasettimanale, l’allenatore dei cremaschi Alberto Villa deve rinunciare agli infortunati Figoli, Tonoli e Ruani. Dovrebbe essere confermato il 3-4-1-2 o 3-5-2, a seconda degli interpreti, schierato dal tecnico dei giallo blu nelle ultime uscite. Tra i pali Soncin; Piccinini, Arini e l’ex azzurro Lambrughi in difesa. A centrocampo Bariti, Andreoli, Artioli, Guiu Vilanova o, in alternativa Iori sulla trequarti e capitan Villa. In avanti coppia formata dal capocantiere della Pergolettese Abusio (a quota 4 reti) e Cancelli L’undici di partenza dovrebbe prevedere Soncin tra i pali; Piccinini, Arini e Lambrughi sulla linea difensiva; Bariti, Andreoli, Artioli, Guiu Vilanova e Villa a centrocampo e la robusta coppia Abiuso-Cancello in attacco.

PERGOLETTESE (3-4-2-1): Soncin; Piccinini, Arini, Lambrughi; Bariti, Andreoli, Artioli, Guiu Vilanova/Iori, Villa; Abiuso, Cancello.
Allenatore: Alberto Villa

Alessio Farinelli

.

.


.

.

Seguici su Facebook

.

 
.

.

» ULTIME NEWS
A Lecco con il Coordinamento
• tutte le info per il bus
Alla scoperta dell'Albinoleffe
• Precedenti e probabile undici dei bergamschi
Decisioni Giudice Sportivo
• Benalouane fermato per un turno
Info Prevendita Novara-Albinoleffe
• tutte le info per la gara di domenica pomeriggio
Chi Sale/Chi Scende
• dopo LRVicenza-Novara
Una ripresa sontuosa: Menti espugnato!
• Masini e Rocca ribaltano il vantaggio di Rolfini

DATE DA RICORDARE
Il Novara Calcio 1908 Ŕ fallito!
• Dichiarata fallita la societÓ di Pavanati e De Salvo
E' nato il NOVARA FC
• In mattinata la firma dell'atto notarile
Distrutti 113 anni di storia!
• Tanti i responsabili di questo scempio vergognoso
Il sogno si Ŕ avverato: SERIE A !!!
• Un traguardo storico
Ora non Ŕ piu' un sogno: SERIE B !!!
• Un lungo sogno che si Ŕ avverato

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



  Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato alla squadra di calcio della città di Novara e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara on line dal 2000 da un'idea di Carlo Magretti  -  email: redazione@forzanovara.net 
All Rights Reserved - Copyright
© 2000-2025