HOME

RISULTATI

CLASSIFICA

CALENDARIO

SQUADRA

STAFF TECNICO

SOCIETA'

STORIA

STADIO PIOLA

PRIMAVERA4

  MURO

REDAZIONE

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: venerdý 03 febbraio 2023 - 17:27 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

.

.

.

.

.

.

.sito partner

.

.

» TUTTE LE NEWS

   NOVARA FC
   EDITORIALI
   INTERVISTE
   CALCIO MERCATO
   INFO DAI TIFOSI
   RADIO AZZURRA
   IL FEDELISSIMO
   NEWS SERIE C
   NOVARA SENIOR
   ARCHIVIO FOTO
   VARIE
 

» SPECIALI

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord

..

.PP
.P



Alla scoperta del...Piacenza
Articoli correlati
Chi Sale/Chi Scende
• dopo LRVicenza-Novara
Una ripresa sontuosa: Menti espugnato!
• Masini e Rocca ribaltano il vantaggio di Rolfini
venerdý 25 novembre 2022 - 10:40
Storia e probabile formazione dei biancorossi

Sfida importante al “Silvio Piola” dove gli azzurri vorranno riscattare la caduta di Lignano contro il Pordenone. Per i nostri avversari, invece vincere significherebbe cancellare la sconfitta con il Lecco e dare ossigeno a una classifica traballante.

Il team di Cevoli si è imposto nell’ultimo precedente contro i biancorossi che negli ultimi 7 match hanno vinto solo 1 volta, pareggiando 3 gare contro 3 vinte dal Novara.

STORIA
Di calcio a Piacenza se ne era già parlato e praticato già dalla fine dell'Ottocento, ma in maniera sporadica e improvvisata, simpatico diversivo infilato fra gli altri sport dominanti fra noi: canottaggio, ciclismo, podismo, ginnastica, tiro a segno. Un torneo studentesco nel 1908 fra i vari istituti cittadini, però, richiamò particolare attenzione. Fu vinto dalla rappresentativa del Collegio Morigi.Il Piacenza Football Club viene fondato grazie ad un gruppo di studenti e lavoratori che scelgono come presidente il diciottenne Giovanni Dosi. Dopo aver ottenuto l'affiliazione alla Federazione il club si iscrive al campionato regionale di promozione emiliana scegliendo come colori sociali quelli della città, ovvero il bianco e rosso. Dopo il primo ventennio trascorso in prima e seconda divisione, nel secondo dopoguerra il Piacenza disputa 3 campionati di fila in serie B Dopo alcuni campionati conclusi a metà classifica; al termine della stagione 1955-56 il Piacenza viene retrocesso in IV serie a causa di una presunta combine con il Piombino che la Federazione riconosce come illecito sportivo. Dopo due stagioni in IV serie, i biancorossi ottengono la promozione in serie C La gioia è però breve: infatti nella stagione 1960-61 il Piacenza opera un ridimensionamento, il preparatore atletico Sergio Rampini, diventato allenatore, riesce a risollevare la squadra, ma nonostante tre vittorie nelle ultime tre partite il Piacenza retrocede in serie D. Il Piacenza lascia definitivamente la serie D nella stagione 1963/64 sotto la guida dell'ex capitano dei "Papaveri" Francesco Meregalli.Dopo alcuni anni di assestamento in serie C, nel 1967-68 i biancorossi danno l'assalto alla promozione in serie B ma arrivano secondi arrendendosi solo al Como. La promozione è solo rimandata alla stagione seguente tornando in cadetteria dopo 20 anni. Si completa in quell'anno anche la costruzione del nuovo stadio della Galleana, lasciando la storica sede di Barriera Genova inaugurata nel 1920. il Piacenza si affaccia al calcio che conta con una squadra inadatta e retrocede nuovamente in C dopo un anno soltanto. nel 1974-75, stravince il campionato di Serie C. Ancora una volta però un solo anno e poi di nuovo in Serie C. il Piacenza alternò campionati incolori con altri un po’ più interessanti, ma senza mai entusiasmare. Poi nel 1982-83 la squadra retrocede in serie C2.Con il 1983 inizia il periodo d’oro per il calcio piacentina grazie all’arrivo del presidente Leonardo Garilli. Risale dalla Serie C2, per arrivare alla Serie B per due anni nelle stagioni 1987-88 e 1988-89, ritornare brevemente in serie C ed iniziare nel 1990-91 una straordinaria ascesa che lo porterà a giocare per la prima volta in Serie A nel 1993-94 e a disputare un totale di 8 campionati di serie A e più di 10 in Serie B. Il 2002-03 è l’ultimo anno di serie A.Nella stagione di serie B 2010-11 le difficoltà economiche si accentuano: la rosa viene costruita puntando su prestiti, giovani e svincolati. un crollo di risultati in primavera porta la società biancorossa a disputare i playout contro l'Albinoleffe. Il doppio pareggio condanna i biancorossi alla retrocessione in Lega Pro Prima Divisione.la società "Italiana S.r.l.", subentrata alla famiglia Garilli, trascina il Piacenza sempre più in basso, difatti il 22 marzo 2012 la società viene ufficialmente dichiarata fallita. Nella stagione sportiva la squadra perde i play-out con il Prato e retrocede in Lega Pro Seconda Divisione Dopo 29 anni il Piacenza, tornato nelle mani dei Garilli, si ritrova in Seconda Divisione. Il 19 giugno 2012, in mancanza di acquirenti in sede di asta fallimentare, il Piacenza scompare definitivamente: all’asta viene rilevato solamente il marchio, sito, materiale tecnico e sportivo dal comitato “Salva Piace”, associazione di tifosi presieduta dall’ex sindaco di Piacenza Roberto Reggi. Il marchio del Piacenza viene affittato per quattro anni alla società, che modifica la denominazione in S.S.D. Lupa Piacenza, proponendosi de facto come erede della società fallita. Il 28 aprile 2013 la squadra batte il Colorno per 2-1 e ottiene la promozione in Serie D con due giornate di anticipo.A fine stagione la società modifica la propria denominazione in S.S.D. Piacenza Calcio 1919. Il 14 giugno 2015 l’ex allenatore del Pro Piacenza Arnaldo Franzini viene nominato nuovo tecnico, e porta la squadra alla promozione in Lega Pro con sei giornate di anticipo Con il passaggio nei professionisti la società muta la sua ragione sociale in Piacenza Calcio 1919 S.r.l, nella stagione 2018-2019, il Piacenza chiude secondo nel girone A della Lega Pro, dietro di un solo punto alla Virtus Entella. Ma i play-off non sorridono ai piacentini che restano in Lega Pro.

STATO DI FORMA
Sul fronte societario è gran fermento, da inizio stagione infatti il Piacenza è in vendita e questa potrebbe essere una settimana importante sul fronte della cessione. La pista più concreta e a buon punto è quella che vuole Marco Gatti (senza cariche ufficiali) affiancato ai due attuali soci, Polenghi e Rigolli, con altre tre o massimo quattro figure riconducibili all’imprenditoria piacentina. In settimana dovrebbe essere formalizzato anche l’addio, dopo 10 stagioni, del DG Marco Scianò, manca solamente l’ufficialità dell’operazione. I risultati, sul campo, però non sono per nulla confortanti ventesimo posto della classifica di Serie C 2022/2023, con 16 goal fatti e 31 subiti. I gol subiti sono 31 in 14 partite. La difesa è una delle peggiori viste scelte sbagliate nelle caratteristiche tecniche, fisiche e di qualità. I biancorossi viaggiano a una media di oltre due reti subite a partita. L’attacco sta faticando e i ricambi a centrocampo non sono all’altezza. Il Piacenza ha in rosa 28 giocatori di cui quattro nazionali con età media di 23,3 anni, (quartultima in Lega Pro girone A). Di movimenti in entrata ne sono stati registrati, ma gran parte di questi provenienti da Serie D e Primavera. Ritorna, insomma, il problema dell’esperienza nella categoria.

PROBABILE FORMAZIONE
Non dovrebbero esserci grandi stravolgimenti nell’undici di partenza di mister Scazzola. Quasi certa l’assenza di capitan Cesarini miglior marcatore con 4 reti. In caso di ennesimo forfait ballottaggio tra Rossetti e Lamestra per completare il tandem offensivo con Morra. Attenzione anche all’ex azzurro Zunno.

PIACENZA (3-5-2): Rinaldi; Nava, Cosenza, Massetti; Munari, Palazzolo, Suljic, Persia, Gonzi; Rossetti/Lamestra, Morra.Allenatore: Cristiano Scazzola.

Alessio Farinelli

.

.


.

.

Seguici su Facebook

.

 
.

.

» ULTIME NEWS
A Lecco con il Coordinamento
• tutte le info per il bus
Alla scoperta dell'Albinoleffe
• Precedenti e probabile undici dei bergamschi
Decisioni Giudice Sportivo
• Benalouane fermato per un turno
Info Prevendita Novara-Albinoleffe
• tutte le info per la gara di domenica pomeriggio
Chi Sale/Chi Scende
• dopo LRVicenza-Novara
Una ripresa sontuosa: Menti espugnato!
• Masini e Rocca ribaltano il vantaggio di Rolfini

DATE DA RICORDARE
Il Novara Calcio 1908 Ŕ fallito!
• Dichiarata fallita la societÓ di Pavanati e De Salvo
E' nato il NOVARA FC
• In mattinata la firma dell'atto notarile
Distrutti 113 anni di storia!
• Tanti i responsabili di questo scempio vergognoso
Il sogno si Ŕ avverato: SERIE A !!!
• Un traguardo storico
Ora non Ŕ piu' un sogno: SERIE B !!!
• Un lungo sogno che si Ŕ avverato

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



  Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato alla squadra di calcio della città di Novara e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara on line dal 2000 da un'idea di Carlo Magretti  -  email: redazione@forzanovara.net 
All Rights Reserved - Copyright
© 2000-2025