www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: venerdì 03 aprile 2020 - 19:24 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L'editoriale Azzurro
Articoli correlati
Storie Azzurre
• Quell’accendino dai distinti…
Pres Cianci "tagli stipendi? Nell'emergenza si faccia fronte comune"
• intervistato da "La Stampa"
sabato 27 luglio 2019 - 19:30
di Massimo Barbero

La immaginavamo come la settimana dei rinforzi ed invece è stata una settimana da ricordare solo per cose non piacevoli, che esulano, purtroppo, dal contesto meramente calcistico.

A Davide Bove voglio raccontare la storia di Armanetti. Per tantissimi tifosi del Novara che hanno passato la quarantina (o giù di lì) Ugo rimane un idolo indiscusso. Una bandiera ed un’icona a cui aggrapparsi negli anni in cui il terreno del “Piola” era ridotto per quasi tutto l’autunno-inverno ad un vero e proprio “pantano” ed i colpi di testa del gigante molisano rappresentavano un’arma irrinunciabile per poter scardinare le difese avversarie. Tutti i Cuori Azzurri si ricordano benissimo di “U-U-Ugogol!!!”.
Pochi invece hanno ancora in mente che nel corso della sua prima stagione in azzurro fu fermato da un problema cardiaco. Quel breve stop nella primavera della 1991 è stato cancellato nella memoria collettiva da una lunga carriera a buoni livelli, nella quale si è quasi sempre fatto apprezzare, ovunque abbia giocato, proprio per la grinta ed il temperamento tipico di chi non molla mai.
La stessa cosa accadrà, ne sono certo, per Davide Bove che ricorderà questo “strano” ritiro dell’estate 2019 come una fastidiosa parentesi in un cammino pieno di soddisfazioni e gratificazioni personali.

L’altro abbraccio “virtuale” è per Pablo che tutti quanti abbiamo accompagnato idealmente, con la sua stessa angoscia, nel viaggio verso casa, dalle le persone più care.
La grande famiglia azzurra lo aspetta per accoglierlo con il calore di sempre.

Questi pensieri (che vanno al di là del risultato di una partita di calcio) non possono però distoglierci da qualche preoccupazione, crescente, di natura tecnica.

Ad una sola settimana dal debutto in Tim Cup i rinforzi che dovrebbero dare a questa una rosa un colore ben definito non sono ancora arrivati e c’è il fondato timore di doversi presentare a Francavilla con un organico non all’altezza della situazione.

E’ vero, era successa la stessa cosa un anno fa di questi tempi a Perugia (dove pure passammo il turno disputando una grande partita). Ma allora qualche giustificazione in più c’era. Eravamo reduci da una retrocessione maturata in extremis che aveva complicato oltremisura il mercato per la necessità assoluta, prima di intervenire, di vendere quasi tutti i “protagonisti” di quell’infausto 18 maggio. La prospettiva ripescaggio (che a fine luglio 2018 sembrava davvero concreta) aveva aumentato ulteriormente la confusione.

Stavolta, francamente, era lecito attendersi qualcosa di più concreto nei circa 80 giorni intercorsi dal 2-2 di Arezzo alla prossima gara ufficiale.Nell’allestimento di una squadra di calcio ci sono alcune mosse che non si possono assolutamente sbagliare. E la scelta dell’attaccante di riferimento è proprio una di queste. Guai a temporeggiare e/o a mettersi a fare calcoli col risultato quasi inevitabile di dover ripiegare su un elemento diverso rispetto a quello che si aveva in mente soltanto qualche giorno prima.

Torno con piacere alla squadra che ha disputato il campionato peggiore della storia del Novara Calcio. Quella che si salvò grazie all’impresa con il Fiorenzuola dopo una regular season chiusa con un affannoso terzultimo posto agguantato in extremis a spese del Moncalieri. Vi pare così scarso un organico che poteva contare sui vari Righi, Morganti, Polenghi, Notari, Jack Gattuso, Colombini, Brizzi, Braiati, Iuliano, Beltrami e lo stesso Gay…? Pagammo invece tantissimo la scelta di puntare su attaccanti non all’altezza della situazione.

L’anno dopo, al di là dell’effetto Borgo (e per qualche mese del dirompente effetto Borgo-Di Chiara) la differenza la fecero sin dalle primissime giornate… Rubino e Palombo…. Tutt’altra cosa rispetto ad un Pistella sul viale del tramonto ed al volenteroso Menichetti! I gol dei “Calypso Boys” (dapprima quelli di Lele poi anche quelli di Max) valorizzarono sin dalle battute iniziali l’operato e la crescita dei compagni che poterono così finalmente esprimersi e maturare senza troppe pressioni.

Sarebbe un peccato non completare presto ed a dovere questo Novara. Perché di contorno si vede una base di ragazzi davvero interessante. Il grande lavoro svolto nel settore giovanile nelle scorse stagioni (con il supporto di investimenti di rilievo) ha dato e sta dando ancora i suoi frutti. Non so quante altre società di C possano permettersi di pescare in maniera altrettanto felice delle proprie Primavera, Berretti o Under 17.

L’entusiasmo che si percepiva vedendo giocare l’Under 16 di Banchieri lo abbiamo ritrovato anche nei primi due test a Novarello, ovviamente scarsamente attendibili dal punto di vista tecnico, ma superati brillantemente, con una ricca messe di reti, frutto di qualità e costante predisposizione al gioco.

I vecchi “maestri di calcio” insegnavano come una squadra vada giudicata innanzitutto dal valore del proprio “asse centrale”. La coppia Sbraga-Bove appare affidabile in categoria (con Tartaglia squalificato per 3 giornate sarebbe opportuno però cercare subito un’altra alternativa) e Buzzegoli in cabina di regia non si discute (con Collodel e Fonseca pronti in caso di necessità).

Manca almeno una punta di riferimento all’altezza della situazione ed un portiere che abbia la certezza di essere il titolare (Benedettini o chi per lui). Per il resto non appare impresa così ardua reperire una batteria di esterni bassi e mezzepunte più efficace di quella vista nello scorso campionato nel quale obiettivamente i vari Cinaglia, Visconti, Cattaneo e Perrulli hanno deluso parecchio e lo stesso Peralta ha fatto vedere le cose migliori a Olbia, da gennaio in poi.

Da un’infinità di settimane continuiamo a scrivere le stesse cose… Cioè che non manca molto per completare un Novara dignitoso e competitivo (ovviamente nell’ottica di una squadra da parte sinistra della classifica, non certo da “antiMonza”).

Il problema è che, nel frattempo, quel che poco che sembra davvero indispensabile per ben figurare in categoria continua a non arrivare…

Ed il tempo, adesso, comincia a scarseggiare. Con il pericolo di soffocare sul nascere quel filo di positività che si torna a respirare in città ascoltando i commenti della gente, piacevolmente incuriosita dalla prospettiva di una squadra di giovani che finalmente, si spera, daranno tutto sul campo…

Forza Novara sempre!!!

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Ghirelli: "Le fideiussioni liberano 36 milioni. Serve la cassa integrazione"
• Fonte: tuttoc
Serie C: tagli stipendi e blocco campionati
• le ultime dall'Assemblea di Lega Pro
Comunicato Stampa Novara Calcio
• fonte: Novaracalcio.com
Che disastro!
• che ne sarà della serie C?
Ghirelli: "Toglieremo le fideiussoni e aumenteremo i controlli"
• fonte: tuttoc
Novara Calcio: cassa integrazione...
• ...per i propri dipendenti
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Storie Azzurre
• Quell’accendino dai distinti…


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel