www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: giovedì 18 luglio 2019 - 10:59 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L'Editoriale Azzurro
Articoli correlati
Acquisti/Cessioni
• il borsino del mercato azzurro
Ufficiale: Pacini al Modena
• cessione a titolo definitivo
domenica 23 giugno 2019 - 10:45
di Massimo Barbero

Mi sembra di rivivere l’estate 2000 quando ero un giovane cronista-tifoso, sempre a caccia di notizie sul Novara Calcio.

Quasi quotidianamente, lavorando in centro, mi capitava di imbattermi in qualcuno che mi assicurava che era fatta, magari strizzandomi l’occhio come a dirmi “dai, non fare il furbo, lo sai anche tu…”.

Nella cordata di imprenditori c’erano finiti proprio tutti… Agli immancabili Armani, Bossetti, Montipò, Manzetti, Gozio… si sarebbero uniti per l’occasione anche i vari Boroli e Drago ed altri ancora, imprenditori novaresi e non, accumunati dall’essere finalmente stufi di vedere il povero “vecchio cuore azzurro” relegato costantemente sul fondo della C2.

Erano già stati scelti ds ed allenatore, forse anche una bella fetta di calciatori. Si aspettava solo il momento di piazzare l’affondo all’ignaro Achilli per evitare che lo stesso, fiutando l’affare con la scaltrezza del buon venditore, alzasse di colpo il prezzo…

I convinti assertori della “cordata in divenire” si sarebbero zittiti improvvisamente solo nella seconda metà di luglio 2000 quando l’iscrizione al campionato pareva davvero in forte dubbio e, malgrado i ripetuti SOS di Achilli, di compratori (pardon, di salvatori della patria) all’orizzonte non se ne vedevano proprio.

Scampato il pericolo, il tormentone era poi puntualmente ripreso in coincidenza con le prime sconfitte in campionato. Tramontata la cordata dei novaresi, erano riaffiorate la cordata di Mestre, quella di Gabetto, l’offerta di Marotta per conto dell’Atalanta (rieccola!) fino ad arrivare alla tragicomica vicenda dell’affondo, questo sì concreto, dei bolognesi.

In realtà al primo acquirente serio dotato di quattrini reali (la famiglia Mastagni) sarebbe bastata poco più di mezza giornata (a fine inverno) per strappare un preliminare ad un Achilli felicissimo come non mai per essersi levato di dosso cotanta patata bollente.Oggi come allora è forse l’umanissimo desiderio (sogno) di uscire quanto prima dal limbo di mediocrità in cui ci siamo cacciati che ci fa immaginare (anche dove non ci sono) cordate, acquirenti, compratori, progetti faraonici, colonizzatori.

E’ una sindrome da “Guardiola in arrivo”, un naturale bisogno di evadere da una realtà (per quanto ci riguarda) dignitosa, ma non certo esaltante, probabilmente non all’altezza di quello che abbiamo vissuto nell’ultimo, entusiasmante, decennio.

Personalmente credo che il progetto “Cittadella dello Sport” abbia effettivamente risvegliato attorno al Novara Calcio interessi imprenditoriali forse inimmaginabili soltanto un anno fa. Questa sensazione e le mille “soffiate” quasi tutte anonime (cominciate sin dall’autunno quando si dava per certo l’acquisto del Novara da parte della Juventus) però non sono mai sfociate finora in qualche seppur minimo riscontro (foss’anche una secca smentita) che meritasse davvero un pezzo giornalistico.

Personalmente poi diffido sempre di chi si accosta ad una società di calcio a cavallo del delicatissimo periodo dell’iscrizione. Della serie “dai, iscrivila tu… che poi ci penso io…”. Oppure l’ancor più pericoloso “alla fine… la iscrivo io o la iscrivi tu?”.

Chi ha intenzioni serie di solito si fa vivo in tempi non sospetti, per avere il tempo di prendere contatto con la realtà eppoi programmare la stagione sportiva successiva secondo le scadenze naturali.

Il Novara Calcio poi è una società tutta particolare, in forza di un centro sportivo come Novarello che rappresenta certamente un valore aggiunto di enorme rilevanza, ma, di converso, anche un costo di cui tenere conto.

Insomma non è una società che si può vendere e comprare in 5 minuti… Magari quello che oggi è davvero prematuro… domani, anzi un domani, potrà diventare realtà…

Chissà!Per oggi consoliamoci allora con lo “scudettino” dell’ennesima iscrizione al campionato (ovviamente se confermata, io fino all’ufficializzazione rimango sempre cauto, visti anche gli adempimenti maggiormente stringenti introdotti a partire da questa stagione).

Può non sembrare molto se confrontato con l’entusiasmo di chi ha appena festeggiato una promozione, ma è tantissimo se consideriamo che sono appena 11 (compreso il Novara) i club che nella storia del calcio italiano non sono mai falliti, nel contempo senza mai scendere al di sotto del professionismo. Dovrebbe essere un vanto per l’intera città.

Invece da queste parti ciò viene relegato alla stregua della “solita minestra” sempre più insipida…

Non mi resta che augurare di cuore Buon Lavoro a Moreno Zebi, l’uomo chiamato a far quadrare i conti ed a realizzare una squadra che ci faccia tornare la voglia di riprendere la via dello stadio dopo un biennio oggettivamente deprimente.

La promozione del Trapani e la quasi promozione del Piacenza (ed in un certo senso anche i successi di Pordenone e Juve Stabia) ci ricordano che in B ci si può andare anche senza spendere i capitali che hanno accompagnato la risalita dell’Entella o, ancor di più, che accompagneranno il secondo tentativo, il primo “vero” tentativo, del Monza berlusconiano.

Lo stesso Pisa un anno fa parlava di potenziale ridimensionamento, di occhio al bilancio, di intenzione di puntare maggiormente sui giovani. Poi a gennaio si è accorto che si poteva fare… ed ha compiuto uno sforzo decisivo ulteriore.

Un tempo l’estate era la stagione più bella per gli appassionati di calcio. Si sognavano e si compravano giocatori, si discuteva solo di attaccanti e di terzini, con ampio spazio all’immaginazione.

Ora si è costretti quasi sempre a scrivere e discutere di tutt’altro…

Oppure ad attendere le cessioni degli esuberi per cominciare a vedere un po’ di mercato in entrata. Ed al raduno delle squadre più che volti nuovi si scorgono dei volti tristi ed incerti sulla possibile, imminente, destinazione.

Chiudo con un auspicio, tutto personale: vorrei vedere Riccardo Collodel giocare in maglia azzurra nel prossimo campionato. E’ un ragazzo di Novara dal cuore azzurro, nato e cresciuto in una famiglia dal cuore azzurro. Chi meglio di lui potrebbe rappresentare il simbolo di un nuovo ciclo legato sempre di più ai giovani del vivaio ed alla loro valorizzazione?

Le presenze accumulate nella Vibonese e le convocazioni nelle varie rappresentative nazionali rappresentano la piena conferma del suo valore. Nel calcio di cui mi ero innamorato tanti anni non ci sarebbero stati dubbi sul rientro alla “casa madre” del centrocampista di Lumellogno dopo una stagione positiva in prestito in un club di pari categoria, ma di blasone ed ambizioni comunque inferiori. Sarebbe tornato senza se e senza ma.

Oggi persino un’operazione apparentemente tanto scontata è diventata, negli ultimi giorni, oggetto di dubbi, analisi, polemiche, interviste.

Spero che alla fine almeno in questo caso prevalga il Cuore Azzurro su logiche (societarie e di procuratori) che gli appassionati faticano sempre di più a comprendere ed a digerire…

Forza Novara sempre!!!

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Maniero/Novara: rescissione ad un passo
• attaccante vicino all'approdo al Pescara
Lo staff di mister Banchieri
• tecnico supportato da tre figure professionali
Il Novara Calcio '19/'20 si è radunato
• in ritiro a Novarello
Serie C 2019/20: ecco la composizione dei gironi
• alcune modifiche rispetto alla scorsa stagione
Acquisti/Cessioni
• il borsino del mercato azzurro
Ufficiale: Pacini al Modena
• cessione a titolo definitivo
Coppa Italia 2019/20: i ventinove club di Serie C ammessi
• Si parte il 4 Agosto
Novara: per l'attacco piace Petrella
• si segue l'ala destra della Triestina


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel