www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: mercoledì 22 maggio 2019 - 09:38 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L' Editoriale Azzurro
Articoli correlati
Berretti: è semifinale!
• eliminata la Feralpisalò; ora sfida con la Virtus Entella
Novara: ultimi allenamenti...
• ...prima del "rompete le righe"
giovedì 16 maggio 2019 - 12:24
di Massimo Barbero

Gli occhi di Marco Rigoni in “zona mista” esternavano tutta la nostra delusione per questo 2-2. Un 2-2 dalle sensazioni esattamente opposte a quelle del giugno 2011 dopo il 2-2 contro la Reggina. Da quella notte magica, ahinoi lontana, il 2-2 è il risultato che più ci perseguita. 2-2 come a Firenze ed a Varese. Ogni volta con tanta amarezza, enormi rimpianti ed un pizzico d’orgoglio per averci comunque provato, fino alla fine.

Il succo di questo Arezzo-Novara non è poi troppo diverso da quello di quel doppio Reggina-Novara che ancora fa soffrire gli amici calabresi: esattamente come la squadra di Atzori allora, anche quella di Viali oggi avrebbe probabilmente meritato di più per quello che ha messo in campo in queste due sfide play off.

Ma la regular season non è un dettaglio: l’Arezzo si è guadagnato l’accesso alla fase nazionale dall’alto di un rendimento estremamente regolare, da metà settembre fino ad oggi ed in questo senso il verdetto di ieri sera è ineccepibile.

Cacia e compagni hanno recitato la parte dello studente svogliato, che non si applica per quasi tutto l’anno scolastico eppoi studia come un matto per le interrogazioni finali. Per carità meglio di niente (l’avessimo avuta un anno fa questa impennata d’orgoglio conclusiva…) ma nel calcio quasi sempre questo atteggiamento non basta. Per accedere al terzo turno avremmo dovuto compiere una vera e propria impresa: vincere dove quest’anno non aveva mai vinto nessuno, vincere dove il Novara nella propria storia non ha mai vinto, superare due turni consecutivi da peggio piazzata, come non è mai riuscito a nessuno da quando questo regolamento play off è stato introdotto in serie C.

Ieri Viali ha sorpreso Dal Canto schierando tre centrocampisti (mezzepunte) con il chiaro intento di soffocare sul nascere la manovra amaranto con un pressing alto ed asfissiante. Basit che a marzo nella prima mezzora aveva fatto il bello ed il cattivo tempo stavolta non aveva tempo e spazio per ispirare la manovra. Purtroppo non siamo riusciti a capitalizzare a dovere un primo tempo di evidente supremazia almeno in mezzo al campo. Troppe imprecisioni al momento dell’ultimo passaggio, della scelta da compiere ai limiti dell’area di rigore avversaria.

L’Arezzo così se l’è cavata con una paratona di Pelagotti su Ronaldo ed un doppio tentativo di Schiavi e Visconti vanificato da una svirgolata del terzino.Ad inizio ripresa Viali ha mollato subito gli ormeggi inserendo Pablo per Nico con l’intenzione di ripartire forte. Una mossa che non ha dato i frutti sperati ed ha finito col dare un messaggio distorto alla squadra che ha perso di colpo l’attenzione e la concentrazione dei primi 45 minuti. Tutti avanti come se la partita dovesse finire da un momento all’alto, con il risultato di allungarsi e riproporre sciagurate approssimazioni che ci sono costate tantissimo nel corso di questa stagione.

Il gol dell’1-0 dei toscani è stato propiziato da una sequenza incredibile di errori fino al fallo di Bove al limite dell’area eppoi di una dormita collettiva sulla ribattuta della punizione calciata da Cutolo. E’ stata la svolta perché a quel punto è cominciata davvero un’altra partita, senza più equilibri e senza il tempo per ragionare che ci aveva permesso a Siena di piazzare la stoccata vincente al momento opportuno.

Poteva finire in goleada (a favore dei padroni di casa) ma potevamo anche spuntarla nel finale. E’ finita invece nella maniera più amara, da non dormirci la notte come aveva detto Dal Canto alla vigilia. Il grosso rimpianto è che se avessimo vinto una partita del genere, se fossimo riusciti a superare questa strettoia… avremmo acquisito una tale carica ed una tale autostima da poter raggiungere qualsiasi risultato.

Qualsiasi perché i play off sono questo. La storia recente del Cosenza o quella del Como 2015 (promosso dopo essere partito dal fondo) ce lo ricordano.Di sicuro se avessimo giocato sempre con la carica, la voglia, l’adrenalina e la sfrontatezza dei ravvicinati 180’ in Toscana non saremmo arrivati noni in campionato e forse sarebbe cominciata tutta un’altra storia. E questo ovviamente non è un alibi, ma solo una grossa colpa.

Questi brevissimi, ma intensi, play off ci lasciano in eredità un’ultima considerazione. Forse non è un caso che le due partite migliori dell’annata siano maturate quando accanto alla squadra in trasferta c’erano, finalmente compatti, praticamente tutti coloro che solitamente stazionano a Novarello. Forse non è un caso che le uniche due gioie di questa tribolata stagione (la vittoria nel derby e l’exploit di Siena) siano arrivate al termine da settimane caratterizzate dalla presenza del presidente De Salvo a Novarello.

E’ di fondamentale importanza “fare squadra” attorno alla squadra. E’ un messaggio, di convinzione ed unità d’intenti, che fatalmente arriva anche all’esterno, alla gente ed ai tifosi. Nel calcio vincere da soli, in qualunque categoria, è sempre molto, molto, difficile…

Forza Novara sempre!!!

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Árpád Weisz: per sempre nel ricordo!
• intitolato impianto dell'Edelweiss; presente delegazione azzurra
Novara for Special: vittoria anche per la 5^cat.
• fonte: Novaracalcio.com
Novara: ultimi allenamenti stagionali...
• ...in gruppo anche uno storico ex
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Berretti: è semifinale!
• eliminata la Feralpisalò; ora sfida con la Virtus Entella
Novara: ultimi allenamenti...
• ...prima del "rompete le righe"
Acquisti/Cessioni
• il borsino del mercato azzurro
Berretti: appuntamento con la Storia!
• sabato pom. ritorno quarti contro la Feralpisalò


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel