www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: mercoledì 22 maggio 2019 - 09:38 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L'editoriale Azzurro
Articoli correlati
Berretti: è semifinale!
• eliminata la Feralpisalò; ora sfida con la Virtus Entella
Novara: ultimi allenamenti...
• ...prima del "rompete le righe"
giovedì 14 febbraio 2019 - 10:08
di Massimo Barbero

La Pro Patria ci ha rifilato due sconfitte “a specchio”.
Entrambe per 1-0, entrambe le volte capitalizzando al massimo (un gol ed un palo) i pochi veri attacchi portati verso la nostra porta.

Ad ottobre i tigrotti di Javorcic avevano segnato alla fine, stavolta all’inizio. Ma la solfa non cambia. In entrambi gli scontri diretti stagionali con i bustocchi abbiamo avuto la sensazione che mai saremmo riusciti a segnare ad una squadra organizzata, tosta, ben strutturata fisicamente.A questo copione, mestamente scontato, fa eccezione solo il quarto d’ora finale del primo tempo di ieri.

Dopo la breve interruzione per il guasto all’impianto di illuminazione… si è visto l’unico lembo di gara convincente da parte del Novara. Pablo ha servito a Bove e soprattutto a Cacia le sole due palle gol azzurre dell’intero incontro. I nostri sembravano finalmente essersi calati nel clima da battaglia rispondendo colpo su colpo agli avversari con contrasti anche al limite del regolamento.

C’è stato un momento nel quale ho pensato perfino a quanto la nostra squadra fosse cresciuta, in termini di carattere e personalità, rispetto alle timide recite di autunno.

Ma è stata solo un’illusione durata fino all’intervallo. Poi abbiamo lasciato agli avversari la mediana e dunque il pieno controllo della partita. Se il 4-2-4 aveva un senso contro una Carrarese che giocava con un modulo speculare, questa scelta ha rappresentato invece un azzardo insostenibile di fronte ad una Pro Patria che fa della solidità della cerniera di centrocampo uno dei propri elementi di forza.Viali se n’è reso conto ed ha provato a cambiare le cose inserendo Bastoni per il sofferente Cinaglia.

Ma poi ha rivoltato ancora la squadra (Manconi per Bianchi) con il risultato di aggiungere confusione a confusione.

Nel secondo tempo abbiamo tirato una sola volta verso la porta dell’ottimo Tornaghi, con Pablo direttamente dalla bandierina. Partite del genere possono e debbono essere risolte da un calcio piazzato (vedi Le Noci) ma anche sulle palle inattive in area biancoblu eravamo sempre preceduti da avversari superiori dal punto di vista fisico.

La frustrazione era tale che ad un certo punto Ronaldo ha provato a calciare (maldestramente) dalla distanza verso la porta. Non abbiamo nemmeno messo un po’ di vera “strizza” ai padroni di casa che hanno gestito i minuti finali quasi sempre nella nostra metà campo e questo è il motivo maggiore di delusione.

Quello che all’andata era sembrato un risultato a sorpresa, addebitabile principalmente ad una serataccia azzurra, si è rivelato invece, col passare dei mesi, un verdetto in linea con i valori di un campionato che vede la Pro Patria avanti a noi in classifica e capace di imprese come quella compiuta a Chiavari a metà dicembre.

Gli uomini di Javorcic non patiscono nemmeno gli impegni ravvicinati perché possono permettersi di alternare diversi elementi in rosa senza patire cali di concentrazione ed intensità.Onestamente alla vigilia temevo di vivere un pomeriggio del genere.

Dopo una sconfitta “tagliagambe” come quella con la Carrrarese… non è semplice recuperare entusiasmo ed autostima in soli tre giorni. Per la Pro Patria invece era la “partita dell’anno” da regalare ai propri tifosi che non vedevano l’ora di rifarsi delle frustrazioni di un lungo decennio nel quale il Novara li aveva regolarmente guardati dall’alto in basso.

Certe battute in tribuna “Andate a casa a mangiarvi il gorgonzola…” mi hanno fatto tornare alla mente i “mitici” anni ottanta… e la poco riproponibile risposta tuonata dal leggendario Cassina agli sfottò dei distinti di Busto nei confronti dei novaresi “risaioli”.

Al di là dell’amarezza di ieri, queste rivalità sono belle da vivere e non vanno soffocate. Sportivamente parlando, meglio una “vera” Pro Patria come l’attuale, che quella zavorrata da penalizzazioni ed incertezze di qualche anno fa.

Torniamo a noi… In questo momento della stagione (e con l’attuale posizione di classifica) cambierei Viali in un solo caso. Se lo spogliatoio (e soprattutto i senatori) non fossero più dalla sua parte. Se le cose stanno così (o meno) lo possono sapere solo Ludi e chi vive quotidianamente la realtà di Novarello, non certo noi che ci limitiamo ad assistere (con passione) alle partite settimanali.

In qualsiasi altro caso non avrebbe molto senso né puntare su un cosiddetto “traghettatore” ne su un progetto più a lungo termine (come fu per Di Carlo un anno fa) con il rischio di bruciarlo prematuramente.

Attribuisco al mister una fetta di colpa per il brutto secondo tempo di ieri, ma onestamente non particolari responsabilità specifiche per una stagione sin qui obiettivamente molto deludente.

Credo che stiamo pagando soprattutto le tempistiche tutte particolari di quest’annata (e quando dico questo non mi riferisco certo alla questione ripescaggi che ha toccato anche altri club che invece ci precedono in classifica). Intendo il fatto che siamo partiti a luglio con l’idea di riavere Buba e Pablo ed invece li abbiamo inseriti a gennaio quando, dopo un avvio stentato, stavamo trovando la quadra con altri elementi (peraltro con la valigia in mano). E’ questo l’errore di base da non ripetere.Dopo una doppia delusione ravvicinata del genere… l’avversario ideale da affrontare sarebbe… la Pro Piacenza (per avere il tempo di recuperare un po’ di fiducia almeno all’interno dello spogliatoio).

Non è così… ed ai giocatori di maggiore esperienza tocca l’onere di trascinare i compagni ad un pronto riscatto già contro la Pistoiese.

Buon San Valentino Cuori Azzurri… Il feeling con il nostro Grande Amore Sportivo è davvero ai minimi storici… Ed allora consoliamoci con un po’ di “You Tube”… 14 febbraio 2011 Novara-Torino… Bertani che recupera una palla sul fondo apparentemente persa… e la calcia come meglio non avrebbe potuto… inducendo Garofalo all’autogol sotto la curva granata ammutolita… Noi c’eravamo… allora come ora. Forza Novara sempre!!!

Ps: un tempo la tribuna stampa dello “Speroni” era un tremendo vociare da Bar Sport che metteva in seria difficoltà chi come il sottoscritto era chiamato a parlare in diretta radio. Ricordo le vostre critiche dopo una partita nell’era Di Chiara nella quale la mia voce e la mia concentrazione erano in realtà state disturbate per 90’ dalle urla “Ma che c… dici??? Fallo!!!! Arbitroooo!!!” dei colleghi locali a fianco.
Ora è tutt’un altro mondo.
L’Ufficio Stampa dell’Aurora Pro Patria mette i giornalisti nelle condizioni migliori per lavorare prima, durante e dopo la partita.I complimenti vanno al responsabile Nicolò Ramella. Un caso di omonimia? No, è proprio il figlio di Ernestino (oggi allenatore, ieri presente in Tribuna) che scambiammo sciaguratamente negli anni ottanta con un Maruzzo ormai sul viale del tramonto.

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Árpád Weisz: per sempre nel ricordo!
• intitolato impianto dell'Edelweiss; presente delegazione azzurra
Novara for Special: vittoria anche per la 5^cat.
• fonte: Novaracalcio.com
Novara: ultimi allenamenti stagionali...
• ...in gruppo anche uno storico ex
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Berretti: è semifinale!
• eliminata la Feralpisalò; ora sfida con la Virtus Entella
Novara: ultimi allenamenti...
• ...prima del "rompete le righe"
Acquisti/Cessioni
• il borsino del mercato azzurro
Berretti: appuntamento con la Storia!
• sabato pom. ritorno quarti contro la Feralpisalò


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel