www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: domenica 17 novembre 2019 - 08:07 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L'intervista a Carlo Nesti
Articoli correlati
Banchieri: "La squadra è cresciuta molto, avanti così"
• l'analisi del tecnico azzurro verso il match di Olbia
Azzurri in Radio con BORTOLUSSI!
• dalle 19:05 su Radio Azzurra Fm
venerdì 18 gennaio 2019 - 18:12
“Testimonial Mediatico” dell’Albissola

Tutti i calciofili italiani conoscono bene Carlo Nesti.

Non tutti però sanno che attualmente è anche il “Testimonial Mediatico” dell’Albissola, squadra che dalla scorsa estate segue con la stessa passione, competenza ed equilibrio che metteva quando commentava in tv i successi europei in serie dell’Under 21 di Cesare Maldini o la storica Coppa delle Coppe del Parma.

Nesti ha curato un’infinità di radio-telecronache. Per la posta in palio spicca ovviamente la finale dei Mondiali Italia-Brasile commentata al fianco di Bruno Pizzul. Nel nostro cuore invece c’è un altro suo racconto, altrettanto significativo per il microcosmo azzurro: Milan-Novara di coppa del 13 gennaio 2010, quella del memorabile gol di Gonzalez in uno stadio quasi tutto novarese: “in un certo senso – racconta il diretto interessato – rimane storica anche per me in quanto fu l’ultima della mia esperienza alla Rai, anche se quel giorno ovviamente non potevo sapere che sarebbe rimasta tale. Di certo ho bene in mente quel pomeriggio caratterizzato da un afflusso clamoroso di tifosi ospiti, in netta maggioranza e giunti in un numero incredibile se pensiamo ai numeri di una città come Novara”.

Avremmo ritrovato Nesti al “Piola” al microfono di un’effimera emittente a pagamento nei giorni felici della scalata della squadra di Tesser: “E non solo! Una volta ho fatto persino lo speaker in occasione di una partita per beneficenza tra la Nazionale Cantanti e la Nazionale Rai. Un tempo ero il capitano della squadra, ma visto il passare degli anni… avevo scelto il microfono. E’ stata una serata simpatica soprattutto per la cena a Novarello che mi ha permesso anche di visitare un centro sportivo davvero all’avanguardia”.

Veniamo all’Albissola che ha svoltato proprio in occasione della gara sorprendentemente (ma meritatamente) vinta a Novara lo scorso 7 novembre. Quel successo ha aggiunto consapevolezza nei propri mezzi alla squadra ligure, evidentemente rigenerata dall’avvento di Bellucci in panchina: “La svolta effettivamente è coincisa con il passaggio della guida tecnica da Fossati a Bellucci, ma credo che sia la conseguenza di un percorso che era già cominciato prima e che si sarebbe compiuto comunque. Dopo l’entusiasmo per la promozione e l’eliminazione della Juventus dalla Coppa Italia abbiamo vissuto un periodo di naturale assestamento dovuto all’inesperienza ed alla giovane età di molti giocatori. Avevamo bisogno di qualche settimana di rodaggio per prendere confidenza con un campionato molto difficile ed in effetti a novembre abbiamo raccolto alcuni successi importanti. Anche nei periodi più complicati però non ci siamo mai demoralizzati perché sappiamo qual è la nostra realtà. E siamo ben consci che questo campionato si deciderà su due fronti, con tante società penalizzate per inadempimenti che non riguardano un club serio come l’Albissola”.

Il rimpianto più grosso è quello di dover giocare a Chiavari, così lontano da casa. Ci sono novità al riguardo? “Si era parlato di un trasferimento a Savona, ma sono la persona meno indicata in società per trattare quest’argomento con notizie aggiornate. Quello che posso dire con certezza che l’intenzione, condivisa anche dai due comuni di Albissola ed Albisola, è quella di costruire uno stadio nuovo. Un impegno che si è preso l’ad Colla, un dirigente ci ha abituato a mantenere sempre le promesse spese”.

Parliamo della squadra che, ahinoi, abbiamo già ammirato in occasione dell’impresa di Novara. Quali sono gli uomini di spicco? “Credo di non fare un torto a nessuno spendendo il nome di Martignago visto che sinora i suoi gol hanno fatto la differenza. Oltretutto è un uomo in grado di ricoprire tutti i ruoli dell’attacco e sa essere molto incisivo anche come esterno. Oltre a lui c’è Cais, meno prolifico in zona gol, ma altrettanto importante nel creare spazi per i compagni, per lo stesso Martignago in primis, grazie alla sua struttura fisica ed alla sua generosità”.

Il posticipo al lunedì sera scoraggerà molti novaresi che giocando di domenica pomeriggio avrebbero invece abbinato volentieri la partita ad una bella giornata al mare o ad un giro nei sempre affascinanti centri della Liguria. In un calcio pieno di partite ad ogni giorno ed ora della settimana ha ancora senso che la C vada a cercarsi degli spazi televisivi in giorni meno comodi per i frequentatori degli stadi e comunque saturi vista la trasmissione in contemporanea di incontri di campionati maggiori? Non sarebbe meglio tornare alla tradizione ed all’abitudine delle partite sempre alle 14.30 della domenica? “Anch’io per certi versi prediligo una visione romantica dello sport ed il cuore mi suggerirebbe la contemporaneità delle gare con una sorta di “Tutto il Calcio Minuto per Minuto” degli incontri di serie C. D’altro canto, invece, ragionando con la testa, non posso fare a meno di sottolineare come gli introiti televisivi siano un fattore determinante per tutti i club professionistici, anche per quelli di terza serie. E dunque spalmare il calendario diventa indispensabile per non perdere dei profitti che aiutano le società a stare in piedi. Veniamo da un’estate assurda a da un avvio di campionato inverosimile che, al di là della questione ripescaggi, è anche la conseguenza di realtà che non riescono più a far quadrare i conti”.

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Prima Convocazione per Matteo Spada
• portiere dell'Under 17 azzurra
"Azzurri in Campo": la trasmissione di Radio Azzurra FM
• Domenica, dalle ore 14:30, focus su Olbia-Novara
I Convocati Azzurri
• in 23 per OlbiaNovara
Prevendita biglietti Olbia-Novara
• tutte le info
Banchieri: "La squadra è cresciuta molto, avanti così"
• l'analisi del tecnico azzurro verso il match di Olbia
Azzurri in Radio con BORTOLUSSI!
• dalle 19:05 su Radio Azzurra Fm
Novara, la lieta notizia...
• ... il ritorno di Davide Bove
L'ultimo precedente di Olbia-Novara (1-2)
• le azioni salienti del match


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel