www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: giovedì 14 novembre 2019 - 18:40 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

Che cos'è una virgola?
Articoli correlati
Azzurri in Radio con BORTOLUSSI!
• dalle 19:05 su Radio Azzurra Fm
Mezza Olbia a Novara
• Di Gianfranco Capra
giovedì 27 dicembre 2018 - 23:28
Il "mio" personale girone d'andata...

Che cos'è una virgola? Una semplice pausa oppure la rappresentazione di un'ipotetico cambiamento; di ciò che sarebbe potuto essere ma che non è stato.

Nel riassumere questo girone d'andata appena terminato, prendo spunto da uno stralcio dell'ultima intervista rilasciata da mister Viali al termine del match pareggiato contro il Pisa "non meritiamo questa classifica, nessuno ha la nostra striscia utile di risultati, ma tra pareggiare e vincere passa una virgola, e noi dobbiamo quindi responsabilizzarci maggiormente".

Una virgola, per l'appunto.

Raccontare e descivere questo girone d'andata è a dir poco arduo. Perchè se lo si fa guardando meramente la classifica, il rischio di cadere in una profonda depressione è dietro l'angolo. E purtroppo quella graduatoria, per ora, rimane l'unico innampuntabile giudice. Il Novara è decimo; punto. Tutto il resto sono parole, solo fiumi di parole.

Quattro vittorie, undici pareggi e tre sconfitte: perchè? Cos'è mancato agli azzurri in queste diciotto gare? Sicuramente qualcosa in termini di consapevolezza, personalità e spesso "lettura delle situazioni".

Partiamo da una domanda che reputo focale: questa rosa è scarsa? Questa rosa non può competere per lo meno per le prime cinque posizioni in classifica?". Per me, questa rosa non è scarsa. E soprattutto non è stata costruita alla "viva al Parroco". Ci sono i curriculum di ogni singolo tesserato a parlare da soli, ci sono le esperienze maturate anche in categorie superiori a delineare un prospetto che a luglio era ben chiaro e che prevedeva la costruzione di un organico che avrebbe dovuto far dimenticare una bruciante retrocessione, entrando in sintonia con il proprio pubblico.

E allora perchè si è appena giunti al giro di boa con un desolante decimo posto?
Nessuno mi toglierà dalla testa che il teatrino estivo con il ritardato inizio del torneo abbia falsato il campionato azzurro. Ok, archiviamolo pure come un alibi.

A questa squadra, con i suoi limiti, i suoi errori, le sue amnesie e le sue paure sono mancati semplicemente i punti persi in casa. Perchè è al Silvio Piola che Cacia e compagni non sono riusciti a collezionare vittorie che avrebbero dato un segnale diverso a questa stagione. Provate a prendere a vostro piacimento tre pareggi interni e a trasformarli in successi. Aggiungeteci magari una gara esterna finita male, cambiatele l'esito e ditemi se non vedreste il presente in maniera diversa, con lo sguardo rivolto all'insù.

Credo fortemente che queste prime diciotto gare siano state le partite degli equivoci. Ai quali poi si sono aggiunti i fisiologici cali di forma, errori individuali, infortuni e squalifiche. Ma dalla non unione d'intenti si è gioco forza partiti. Non è facile dire chi abbia o meno ragione, perchè in queste situazioni tutti hanno torto o ragione in ugual modo. E' normale che il giocatore renda al massimo se attorno a lui si respira fiducia e vicinanza ma nello stesso tempo è naturale che la tifoseria s'incendi e trasmetta "il proprio sacro fuoco" se sollecitata a sognare.

Il "mio" girone d'andata è corso così, con tanti punti interrogativi ai quali spesso non mi sono mai dato risposte. Notti insonne, risvegli turbolenti. Analisi a volte anche "aspre" andate in scena con i miei "poveri" compagni di viaggio Barbero e Molina. Perchè siamo tutti liberi pensatori e per fortuna la possiamo vedere in maniera diversa. Perchè siamo semplicemente uomini.

Però su un aspetto ci troviamo d'accordo: nonostante questo deludente girone d'andata, non si può staccare la spina e spedire agli archivi un'annata che deve essere vissuta ancora per metà.
In queste settimane, l'incubo dell' "anno in vacca" ha attanagliato pensieri e parole. Ma i ritorni di Gonzalez e Buzzegoli, il mercato di gennaio che potrebbe portare sotto la Cupola di San Gaudenzio almeno un altro rinforzo, rappresentano in me la speranza che questa stagione possa essere per lo meno raddrizzata. Senza voli pindarici o lanci nel buio.

Mi basterebbe vincere qualche gara in più, posizionarmi in una posizione più gratificante nella griglia play off, in modo da potermi giocare le proprie carte nella lunga lotteria.

Oppure provare a vincere la Coppa Italia di Serie C che mi spedirebbe diritto ai quarti di finale play off, con una possibilità su 8 di centrare la promozione in Serie B. Perchè la Lega Pro ha insegnato in questi ultimi anni che nulla è mai scontato e l'esempio Cosenza ne è stato solamente l'ultimo granello di un vasto campo seminato.

C'è una speranzella che strappo con prepotenza da questa prima metà di stagione, arrivata durante l'ultimo match. Un'unione giocatori-pubblico che non vedevo da tempo e che credo proprio abbia permesso al Novara di riprendere un match in salita. E' da li che voglio ripartire, che dobbiamo tutti ripartire.

Domenica è già tempo di girone di ritorno: c'è da svoltare definitivamente. Tutti uniti in un'unica direzione; per eventuali ulteriori processi ci sarà poi una lunga estate a disposizione. Ora è il tempo di combattere, di lottare, di vivere intensamente ogni singola partita.

Daniele Faranna

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Azzurri in Radio con BORTOLUSSI!
• dalle 19:05 su Radio Azzurra Fm
Novara, la lieta notizia...
• ... il ritorno di Davide Bove
L'ultimo precedente di Olbia-Novara (1-2)
• le azioni salienti del match
"Il Salotto Azzurro" - puntata n° 7
• ospiti il centrocampista Schiavi e il giornalista de "La Voce" Bosetti
Prevendita biglietti Olbia-Novara
• tutte le info
Mezza Olbia a Novara
• Di Gianfranco Capra
Sbraga: "Contento di aver scelto Novara"
• Classifica? "Non la guardiamo"
Designazioni Arbitrali 15°giorn.
• Cosso per OlbiaNovara


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel