HOME

RISULTATI

CLASSIFICA

CALENDARIO

SQUADRA

STAFF TECNICO

SOCIETA'

STORIA

STADIO PIOLA

JUNIORES

NAZIONALI

  MURO

REDAZIONE

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: giovedý 26 maggio 2022 - 12:00 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

.

.

.

La tabaccheria del tifoso


.

» TUTTE LE NEWS

   NOVARA FC
   EDITORIALI
   INTERVISTE
   CALCIO MERCATO
   INFO DAI TIFOSI
   ARCHIVIO FOTO
   IL FEDELISSIMO
   RADIO AZZURRA
 

» SPECIALI

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord

..

.PP
.P



L'editoriale Azzurro
Articoli correlati
Vuthaj "siamo forti e miglioreremo presto"
• il pensiero dell'attaccante azzurro oggi in gol
Mister Marchionni nel post gara
• l'analisi del tecnico azzurro
lunedý 03 dicembre 2018 - 05:34
di Massimo Barbero

Ma chi ha preparato per “Eleven Sports” gli highlights di Entella-Novara? Forse l’ufficio stampa personale del presidente Gozzi? Non si spiegherebbe diversamente la scelta di omettere dai quasi 4’ di riassunto “episodi chiave” di questo pomeriggio quali il gol annullato ad Eusepi, il rigore non fischiato sullo stesso Eusepi e quello reclamato negli ultimi secondi di recupero da Cacia, tutti al termine di azioni comunque pericolosissime…

Non le ho riviste e dunque non mi permetto di esprimere un giudizio netto… Mi chiedo solo se l’Entella sul proprio sito ufficiale pubblicherà un altro “elogio” nei confronti del direttore di gara come quello riservato venerdì allo sciagurato Perenzoni, autore della svista che permetterà ai liguri di ripetere una gara (quella col Cuneo ovviamente) ormai destinata ad un 1-1 quasi inevitabile.

A Feliciani di Teramo, in assenza di immagini e moviole, rimprovero innanzitutto una gestione dei cartellini non equilibrata, condizionata dalle urla dei padroni di casa, in campo, in panchina ed in tribuna, che ha finito con rovinare (soltanto in parte, per fortuna) la più bella giornata dei primi vent’anni di carriera di Davide Bove.

Il volto più convincente del Novara che ha pareggiato a Chiavari è proprio quello dei “ragazzi di Gattuso”: Bove, Fonseca, ma anche i “veterani” Manconi e Schiavi. In annate grigie (fino ad ora) come quella attuale l’inserimento dei giovani può garantire linfa, stimoli e motivazioni a tutta la squadra. Ed è quello che sta succedendo agli azzurri, apparsi in Liguria distantissimi dal modesto copione visto soltanto domenica scorsa al “Piola”.

Il grande rammarico è legato al risultato finale perché non capita di frequente di creare 7-8 nitide palle gol in trasferta (tantomeno sul campo dell’Entella) senza riuscire a vincere. Soltanto i prossimi appuntamenti casalinghi ci diranno se quella di Via Gastaldi è stata davvero una tappa importante nel nostro percorso di crescita.

Per adesso è soprattutto un’occasione sprecata ed in questo senso il settimo pareggio del nostro campionato suona decisamente come il più amaro perché frutto della prestazione più convincente sin qui offerta dalla truppa di Viali, da agosto in poi.

Mi aspettavo una partenza lanciata da parte dei nostri perché nella tana dei “Boscaglia boys” abbiamo trovato le condizioni migliori per esprimere le qualità di questa squadra: un terreno di gioco perfetto ed un avversario finalmente disposto ad affrontarti a viso aperto.

Il Novara così ha cominciato forte, rispolverando le armi che ci avevano permesso di impallinare a domicilio il Perugia in piena estate, quando ci sentivamo virtualmente in serie B: palle rubate in mezzo al campo ed immediata verticalizzazione con Eusepi a fare il Maniero di allora per gli inserimenti di un ispirato Manconi.Onestamente temevo anche che la sequenza “gol annullato-gol subito” ci avrebbe inferto una mazzata letale dal punto di vista psicologico.

Invece il Novara, che solo sette giorni prima si era smarrito dopo il primo vero spavento targato Libertazzi, stavolta ha tratto nuova grinta ed ulteriore rabbia agonistica dall’immeritato svantaggio.Non esagero, quella proposta nei primi 15’-20’ della ripresa è stata una vera e propria sinfonia azzurra. Innanzitutto cuore, ma non solo.

Le urla di incoraggiamento di Stefano Pavon dalla tribuna accompagnavano ogni duello vinto da un Eusepi strepitoso mentre Bianchi continuava a sfondare dalla destra e Mallamo pasticciava in maniera maldestra a tu per tu con il portiere avversario. Sembrava che fosse ormai maturo il momento del secondo gol in maglia azzurra di Manconi all’Entella (il primo fu nel 2015 con Baroni in panchina) ed invece Massolo è riuscito a deviare anche un colpo di testa di Jacopo destinato sotto la traversa.

Dopo tanti spaventi si è rivista inevitabilmente un po’ di Entella ed anche Di Gregorio ha dovuto fare la sua parte. Ma il Novara non ha mai smesso di essere pericoloso ed onestamente una sconfitta in una partita del genere sarebbe stata “farsesca” (utilizzo volutamente un espressione estiva del presidente Gozzi, allora a commento di una sentenza) alla luce di tutto quello che si era visto.

Riguardatevi il gol dell’1-1: non c’è nulla di causale nella parabola di Visconti che cerca proprio Bove nel cuore dell’area avversaria.Non abbiamo nemmeno avuto il tempo di pensare “ora proviamo a vincerla” che siamo rimasti in dieci. Ma anche in inferiorità numerica siamo stati noi ad andare vicinissimi a piazzare il colpaccio con quella discesa di Cacia finita come tutti sapete.Onestamente, alla luce di numeri e nomi, pensavo ci fosse una certa distanza tra Entella e Novara. Ieri, se differenza c’è stata, è stata tutta a nostro favore.

Ai “diavoli neri” invidio soprattutto la facilità nel creare situazioni pericolose anche quando il pallino del gioco ce l’hanno gli avversari. E’ anche il frutto di una “leggerezza mentale” che Boscaglia è riuscito a conservare nel lungo mese e mezzo di attesa e che potrebbe invece svanire se le vittorie non dovessero arrivare più con la facilità delle prime sei partite giocate.

Ovviamente una rondine non fa primavera, tantomeno in autunno… e non dimentico quello che scrivevo di questo Novara soltanto sette giorni fa quando, dopo lo 0-0 con il Gozzano, la bocciatura nei confronti degli azzurri era quasi totale. Però la trasferta di Chiavari almeno ha avuto il merito di restituirmi il piacere (e la voglia) di assistere ad una partita di calcio. Credetemi dopo aver visto (dal vivo) 8 partite su 8 di Chiosa e compagni nel giro di soli 30 giorni (e con davanti un calendario fittissimo di impegni ancora prima di Capodanno) non è certo una cosa da poco…

Non sono un fanatico della Coppa e, regolamento alla mano, mi verrebbe da dire che la sfida sul campo del Monza a gennaio conta di più di quella di mercoledì pomeriggio che ci garantirebbe una gita a salutare Lotito…

Ma siccome contro il Pisa il pareggio non è ammesso… potrebbe essere questa una buona occasione per riscoprire il gusto e la via di una vittoria casalinga…

Così, tanto per ricordarci che effetto che va, all’inizio di un dicembre che ci vedrà giocare altre 4 volte al “Piola” in campionato…

Forza Novara sempre!!!

Massimo Barbero

.



.

 Seguici su Facebook

.

 
.

.

» ULTIME NEWS
Domenica sarÓ come una finale!
• Tutti al Piola: obiettivo semifinale Poule Scudetto
Arzignano-Novara 0-1: il tabellino
• successo esterno nella prima gara della p.scudetto
La partita in diretta
• Qui il live di Arzignano-Novara
Le formazioni ufficiali di Arzignano-Novara
• I ventidue scelti da Bianchini e Marchionni
La Probabile Formazione Azzurra
• in vista di Arzignano-Novara, primo match della P.Scudetto
Una bella serata di sport tra Torino e Novara
• gara amichevole per le "Vecchie Glorie"

DATE DA RICORDARE
E' nato il NOVARA FC
• In mattinata la firma dell'atto notarile
Distrutti 113 anni di storia!
• tanti i responsabili di questo scempio
Il sogno si Ŕ avverato: SERIE A !!!
• Un traguardo storico
Ora non Ŕ piu' un sogno: SERIE B !!!
• Un lungo sogno che si Ŕ avverato

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



  Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato alla squadra di calcio della città di Novara e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara on line dal 2000 da un'idea di Carlo Magretti  -  email: redazione@forzanovara.net 
All Rights Reserved - Copyright
© 2000-2025